Forum-Islamico

HADITH DEL PROFETTA S.A.A.S. ALLAH S.T. HA DETTO: O Mie servi! Ho proibito a Me stesso l'oppressione e la proibisco tra di voi.Quindi non opprimetevi lun l'altro.
 
IndicePortaleGalleriaCalendarioFAQCercaRegistrarsiGruppiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
italislam-online 2
Asmaul Husna i Nomi Di Allah
Calendario Islamico ijra
Orario della preghiera per cità di Milano e d'intorni
Ultimi argomenti
http://my-beautiful-muslim-life.blogspot.com/
Partner
Radio "italislam-online"

Condividere | 
 

 Az-Zina – La Fornicazione/L’adulterio Un Grandissimo Pecatto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 521
Reputazione : 0
Punti : 1192
Data d'iscrizione : 20.12.07

MessaggioOggetto: Az-Zina – La Fornicazione/L’adulterio Un Grandissimo Pecatto   Ven Gen 20, 2012 5:41 pm

Az-Zina – La Fornicazione/L’adulterio




Il Peccato Dannoso



Az-Zina – La Fornicazione/L’adulterio



La sua definizione, la sua proibizione, i danni, le cause, come proteggersi da essa ed altre questioni legati ad essa.



Autore

Ahmad ibn Hasan an-Nahari



Tradotto dall’arabo:

Edmond Ajdini



Tradotto dall’albanese:

Besmiralalbani



Il titolo originale: “AZ-ZINA, Tearifuhu, tahrimuhu, adraruhu, asbabuhu, al uikayata minhu, ahkamuh”



Diritti riservati a :www.ril-al.com





INDICE:





1. La definizione della fornicazione dal punto di vista linguistico e religioso.



2. I versetti rivelati sulla proibizione della fornicazione, e l’ordine di non esporre le parti intime del corpo.



3. I Hadith trasmessi sulla proibizione della fornicazione, e quelli riguardanti la non esposizione delle parti intime del corpo.



4. Le parole dei nostri pii predecessori (i salaf) che smascherano la fornicazione.



5. La saggezza legislativa riguardo la proibizione della fornicazione (immoralità).



6. I danni sulla salute della fornicazione (immoralità).



7. Le cause che portano alla fornicazione (immoralità).



8. Le precauzioni contro la fornicazione (immoralità).



9. Il giudizio della fornicazione.



10. I hadith deboli riguardo la fornicazione (immoralità).





Introduzione:



La lode è solo per Allah il Maestoso, Colui che Conosce tutto, Egli conosce il tradimento degli occhi e quel che i petti nascondono.

- Testimonio che nessuno ha il diritto di essere adorato tranne Allah il Maestoso, Colui che da la gloria a chi teme la propria posizione davanti a Lui nel Giorno in cui si faranno i conti e a chi si allontana dalle passioni e dagli smarrimenti.

- Testimonio che Muhammad (pace e benedizione di Allah sia su di lui) è il Messaggero di Allah. Egli è il possessore di una posizione elevata e dell’onore preservato.

Egli ha detto:

“Allah mi ha portato in vita da un matrimonio, e non mi ha portato in vita dall’immoralità (fornicazione).”[1]



Inoltre, egli (pace e benedizione di Allah sia su di lui) ha detto:

“Provengo da un matrimonio e non provengo dall’immoralità (dalla fornicazione), a partire da Adamo fino a quando mi ha partorito mia madre e mio padre, e non mi ha toccato nessuna delle impurità/sporcizie dell’ignoranza.”[2]



Allah l’Altissimo dice:



لَئِنْ شَكَرْتُمْ لَأَزِيدَنَّكُمْ وَلَئِنْ كَفَرْتُمْ إِنَّ عَذَابِي لَشَدِيدٌ



“…Se sarete riconoscenti, accrescerò [la Mia grazia]. Se sarete ingrati, in verità il Mio castigo è severo!” (Ibrahim 14: 7)



Inoltre Allah l’Altissimo dice:



مَا يَفْعَلُ اللَّهُ بِعَذَابِكُمْ إِنْ شَكَرْتُمْ وَآَمَنْتُمْ وَكَانَ اللَّهُ شَاكِرًا عَلِيمًا



“Perché mai Allah dovrebbe punirvi, se siete riconoscenti e credenti? Allah è riconoscente e sapiente.” (An-Nisa 4: 147)

Mentre in un altro versetto dice:



مَا أَصَابَكَ مِنْ حَسَنَةٍ فَمِنَ اللَّهِ وَمَا أَصَابَكَ مِنْ سَيِّئَةٍ فَمِنْ نَفْسِكَ



“Ogni bene che ti giunge viene da Allah e ogni male viene da te stesso…” (An-Nisa 4: 79)



Ali (che Allah sia soddisfatto di lui) ha detto:

“Non scendono le disgrazie, se non a causa dei peccati e non vengono eliminate (allontanate) se non mediante il pentimento (per averle fatte).”[3]



Ibn al Qayyim (che Allah abbia misericordia di lui) ha detto:

“I peccati cancellano la benevolenze presenti ed interrompono le benevolenze che continuano. Quindi cancellano quelle benevolenze che abbiamo e diventano un ostacolo per il raggiungimento delle altre.”[4]



Il nostro Signore ha detto nel Suo Libro maestoso:



إِنَّ اللَّهَ لَا يُغَيِّرُ مَا بِقَوْمٍ حَتَّى يُغَيِّرُوا مَا بِأَنْفُسِهِمْ



“…In verità Allah non modifica la realtà di un popolo (non allontana le bontà) finché esso non muta nel suo intimo…” (Ar-Ra’d 13: 11)



Imam Ash-Shanqiti (che Allah abbia misericordia di lui) ha detto:

“Allah l’Altissimo ha reso chiaro in questo versetto che Egli non interrompe ad un popolo il benessere e le bontà, finché loro lasciano la Sua adorazione e l’obbedienza a Lui. Il significato di questo è che Egli non fa scomparire le bontà che ha regalato ad un popolo, finché loro non lasciano la sottomissione a Lui e le opere buone. Lo stesso significato Allah il Maestoso lo ha chiarito anche in altri versetti, come nel caso della Sua Parola:



ذَلِكَ بِأَنَّ اللَّهَ لَمْ يَكُ مُغَيِّرًا نِعْمَةً أَنْعَمَهَا عَلَى قَوْمٍ حَتَّى يُغَيِّرُوا مَا بِأَنْفُسِهِمْ



“Allah non cambia la grazia che ha concesso ad un popolo fin tanto che questo non cambia quello che è nel suo cuore. Allah è audiente, sapiente.” (Al-Anfal 8: 53)



Inoltre, Egli ha detto:

وَمَا أَصَابَكُمْ مِنْ مُصِيبَةٍ فَبِمَا كَسَبَتْ أَيْدِيكُمْ وَيَعْفُو عَنْ كَثِيرٍ



“Qualunque sventura vi colpisca, sarà conseguenza di quello che avranno fatto le vostre mani , ma [Allah] molto perdona.” (Ash-Shura 42: 30)



La parola di Allah l’Altissimo nel versetto sopra “finché esso non muta nel suo intimo”, comprende anche quelle occasioni quando quel cambiamento viene fatto da una minoranza di persone, così come successe nella battaglia di Uhud dove gli arcieri cambiarono le loro posizioni di guerra, mentre il Messaggero di Allah (pace e benedizione di Allah sia su di lui) gli aveva ordinato di non muoversi dalle loro posizioni per nessun motivo. Quando loro non eseguirono l’ordine del Messaggero (pace e benedizione di Allah sia su di lui), tutto l’esercito ebbe una disfatta. Hanno chiesto al Messaggero di Allah (pace e benedizione di Allah sia su di lui): “La condanna può comprenderci, mentre si trovano tra noi uomini buoni?” Il Messaggero di Allah (pace e benedizione di Allah sia su di lui) disse: “Si, se aumentano le malvagità.” ”[5]



Parte dei grandi peccati e dei crimini più brutti che sono la causa della sparizione delle bontà e della propagazione delle disgrazie, è anche il reato della fornicazione/adulterio. Questo reato cambia il corso della vita dell’uomo e distrugge a lui questo mondo e l’altro. Questo brutto reato (Che Allah ci protegga da esso!) lo rifiutano le anime oneste e lo disprezzano le persone che sono puri di natura. Lo odiano i possessori del morale alto, e si allontanano da esso coloro che hanno una logica sana. Perché non dovrebbe essere così, quando questo reato/crimine lo hanno proibito tutte le rivelazioni rivelate dal Signore!

Allora, che sia distrutto, la persona che è stato imprigionato dalla sua passione/desiderio peccatrice, al punto tale da spingerlo a fare fornicazione con una femmina immorale!



Miseria, miseria per colui che ha perso la sua morale e il suo onore per un piacere momentaneo!



Mi rivolgo a colui che è stato spinto da se stesso a commettere questo reato e questo grande peccato…! Non è arrivato il tempo di pentirti con un cuore sincero, prima di amareggiarti e prima che l’anima arrivi alla gola (prima che venga la morte)?!



Povero lui che è morto dopo essere stato preda di questo brutto reato, reato che diventa una causa della perdita della dignità, e della sparizione della gelosia dai cuori.[6]



Ibn al Qayyim (che Allah abbia misericordia di lui) ha detto:

“Se la gelosia scompare dal cuore, allora anche l’amore scompare da esso, anzi, scompare tutta la religione.”



È un dovere per ogni Musulmano mostrare attenzione alla preservazione della personalità ed alla protezione del suo onore. Sin dai tempi antichi, le persone erano orgogliose del morale buono e facevano attenzione mostrando una grande importanza alla preservazione della personalità e dell’onore, anzi, questo succedeva anche ai tempi dell’ignoranza.



Quando il Messaggero (pace e benedizione di Allah sia su di lui) prese la promessa dalle donne che non avrebbero fatto più fornicazione, Hind Bintu Utbe disse: “Non è che, alle donne libere (che non sono schiave) capita di farlo?!”



La gelosia era grande tra i Sahaba. Vedi riguardo a questo, la gelosia dell’onorevole sahaba Saad ibn Ubada (che Allah sia soddisfatto di lui), nel hadith trasmesso da Bukhari e Muslim da Al Mujira ibn Shuaba, che trasmette che Saad ibn Ubada disse: “Se vedessi un uomo con mia moglie lo colpirei con la punta della spada.” Quando questa parola giunse al Messaggero di Allah (pace e benedizione di Allah sia su di lui) disse: “Vi meravigliate della gelosia di Saad?! Sappiate cha io sono più geloso di lui, mentre Allah è più geloso di me.”



In Sahih Bukhari viene trasmesso che il Messaggero di Allah (pace e benedizione di Allah sia su di lui) ha detto:

“O popolo di Muhammad! Nessuno è più geloso di Allah, quando vede il Suo servo o la Sua serva che fornica. O popolo di Muhammad! Giuro in Allah che se voi veniste a sapere quello che io so, riderete poco e piangerete molto.”



O popolo Musulmano!

Dov’è la gelosia per quanto riguarda le proibizioni di Allah?! Oggi viviamo in tempi difficili, dove ognuno potrebbe diventare preda della fornicazione, di questo brutto reato, e conteggiarsi della sporcizia delle sporcizie e nonostante tutto, il commento che fanno a questa cosa è che questi sono dei bisogni fisiologici che non costituiscono una violazione della legge, finché vengono fatte con il consenso di entrambe le parti e senza l’uso della violenza.



O voi che avete creduto!

Questo grande peccato è molto diffuso oggigiorno, inoltre, ha trovato molti sostenitori che incitano ed incoraggiano verso questa strada chiusa. Sono tante le organizzazioni dei nemici di Allah che programmano e pianificano piani per la propagazione di questo reato. Quante organizzazioni diverse sostengono finanziariamente la sua propagazione ?!



O voi che avete creduto!

A causa dell’immoralità sono state diffuse oggigiorno molte malattie, dalle più pericolose, come l’AIDS, il gonorrea ecc, che sono state la causa della morte di milioni di persone. I medici in tutto il mondo si sono dimostrati incapaci per trovare la cura di queste malattie pericolosissime.

Il Messaggero di Allah (pace e benedizione di Allah sia su di lui) ha detto la verità: “Se l’usura e la fornicazione appaiono in un popolo, quel popolo ha permesso a se stesso la condanna di Allah.”

Mentre, in un’altra trasmissione viene riportato: “… la punizione di Allah.”[7]



Viene trasmesso da Ibn ‘Umar (che Allah sia soddisfatto di lui) che il Messaggero di Allah (pace e benedizione di Allah sia su di lui) si rivolse a noi dicendo: “O emigranti nella strada di Allah! Ci sono cinque cose per le quali prego Allah di non mettervi alla prova con esse e di non raggiungerle. Non si diffonde l’immoralità tra un popolo e loro lo dimostrano apertamente senza diffondere tra di loro la murtaya (malattia trasmissibile) ed altre malattie che non sono mai esistite tra i loro predecessori…”

Questo hadith è stato trasmesso da Al Hakime Ibn Majah. In seguito verrà anche la sua spiegazione.



Sappi caro lettore, che tu hai la fortuna di approfittarne dei benefici di questo libro e di raccogliere i suoi frutti, mentre l’autore si è stancato e si è sforzato, quindi se lo trovi opportuno e benefico, chiedi ad Allah di perdonarmi.[8]

Invece, se trovi in esso errori oppure inesattezze, rivolgi il consiglio oppure i suggerimenti all’indirizzo ce trovi in seguito.



Prego ad Allah di accettare questo mio lavoro e di renderlo comprensibile e benefico!



Scritto da: Ahmad ibn Hasan an Nahari arr-Rrimi

Yemen, Dhamar, Al Lisi, “Markaz al Iman”

Casella postale: (80781)

Fax: (503244)



























[1] Vedi questo hadith in “Al Irwa” nr. 1914.



[2] Stessa fonte: “Al Irwa”.



[3] Vedi il libro “Adau wad Dawau” pag. 118.



[4] Vedi il libro “Adau wad Dawau” pag. 164.



[5] Lo trasmette Buhari con nr. 7059 e Muslim con nr. 2880, dagli hadith di Zaynab bintu Jahsh.



[6] L’autore intende quella persona che non si è pentita.



[7] Hadith trasmesso da Al Hakim da Ibn Masud e Ibn Abbas (che Allah sia soddisfatto di loro)



[8] Queste sono le parole dell’autore, se chiedi il perdono ad Allah anche per me (per il traduttore) io ne sarei molto felice.

da Ibrahim Besmir Sharka

_________________
FORUM-ISLAMICO
Tornare in alto Andare in basso
http://islaminitalia.forum-2007.com
 
Az-Zina – La Fornicazione/L’adulterio Un Grandissimo Pecatto
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum-Islamico :: SPAZIO DI CONOSCENZA E ISTRUZIONE :: ISLAM-
Andare verso: