Forum-Islamico

HADITH DEL PROFETTA S.A.A.S. ALLAH S.T. HA DETTO: O Mie servi! Ho proibito a Me stesso l'oppressione e la proibisco tra di voi.Quindi non opprimetevi lun l'altro.
 
IndicePortaleGalleriaCalendarioFAQCercaRegistratiGruppiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
italislam-online 2
Asmaul Husna i Nomi Di Allah
Calendario Islamico ijra
Orario della preghiera per cità di Milano e d'intorni
Ultimi argomenti
http://my-beautiful-muslim-life.blogspot.com/
Partner
Radio "italislam-online"

Condividere | 
 

 STORIA DELLA VESTIZIONE DELLA KAABA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 521
Reputazione : 0
Punti : 1192
Data d'iscrizione : 20.12.07

MessaggioTitolo: STORIA DELLA VESTIZIONE DELLA KAABA   Gio Dic 08, 2011 6:20 pm

STORIA DELLA VESTIZIONE DELLA KAABA


Tratto dal video pubblicato da Khadija Amani



Questa tradizione viene da molto lontano, all'epoca di Tabban As'ad, ed è strettamente correlata all'arrivo dell'ebraismo nello Yemen, molti anni prima della rivelazione del nostro amato Profeta Muhammad (sallallahu ‘alaihi wa sallam).

Tratto da As Sira AnNabawia di Tareq Asswaidan

A Medina, chiamata Yathreb, e a Khaibar arrivano alcuni ebrei da Damasco, moltissimi ebrei vivevano nello Yemen, mentre Najran era cristiana e i persiani erano nello Yemen. L’ebraismo e il cristianesimo: come entrarono nelle penisola arabica, oramai diventata politeista? -dopo che aveva conosciuto con Abramo (as) e Ismaele (as) il puro culto monoteista-. La storia è abbastanza lunga, ma tutti gli storici concordano nel farla iniziare Rabi’a ibnu Nasr. Questi vide un sogno e in un’epoca di idolatria e kufr, i maghi avevano un grande potere tra la gente. Interpretarono il suo sogno dicendo che gli eritrei avrebbero occupato lo Yemen. Chiese loro quando sarebbe avvenuto ciò, risposero entro 60-70 anni. Temette per i

propri discendenti, ordinò che tutta la sua famiglia si trasferisse dallo Yemen all’Iraq, abitarono e governarono così al Hira. Una volta morto Rabi’a, il potere passò ai suoi figli, fino a che venne al potere il figlio chiamato Tabban As’ad, soprannominato Tubba’, come tutta la discendenza dei re dello Yemen. Tabban As’ad è il re più noto della storia dello Yemen, era un grande re, molto ricco, generoso, autoritario.

Cominciò a viaggiare per commercio e turismo. Andando verso Damasco, lasciò uno dei figli a Yathreb. Durante l’assenza di Tabban il figlio e gli abitanti di Yathreb entrano in disaccordo, e lo uccisero. Quando Tubba’ lo seppe tornò immediatamente per punire Yathreb. Iniziò così la battaglia tra lo Yemen e Yathreb. Tubba’ colpì tutti con la sua generosità mai vista. Era molto deciso nel vendicare la morte del figlio, tuttavia gli eserciti combattevano durante il giorno, e la notte Tubba’ inviava cibo ed acqua agli abitanti di Yathreb. La situazione continuò così finchè due saggi ebrei, che abitavano Yathreb ma erano originari dello Sham incontrarono Tubba’ e gli chiesero quali fossero i suoi obiettivi. Lui rispose che voleva distruggere Yathreb, allora replicarono che non ce l’avrebbe mai fatta. Si stupì della loro sicurezza, gli dissero che Yathreb era destinata a ricevere un Profeta emigrato. Chiese loro come sapessero questa cosa, replicarono che è scritto nella Torah. Chiese loro cosa fosse la Torah, glielo spiegarono, gli spiegarono cosa fosse il monoteismo, tutto ciò entrò nel suo cuore, e abbracciò l’ebraismo, abbandonando l’idolatria. Abbandonò i suoi propositi guerrieri e lasciò Yathrib. La città di Hunain odiava sia Mecca che lo Yemen, e decisero di far entrare in conflitto le due rivali. Incontrarono Tubba’ sulla strada verso lo Yemen, nei pressi di Mecca e gli chiesero se non gli facessero gola tanto oro, gioielli, pietre preziose. Ovviamente sì, dobbiamo sapere che all’epoca come dono agli dei si usava molto fare grandi donazioni nei pressi della Kaaba. Così si preparò per conquistare queste ricchezze ed attaccare Mecca, due rabbini ebrei di Yathreb avevano viaggiato con lui per insegnare al suo popolo la religione monoteista. Accortisi del movimento gli chiesero spiegazioni, disse loro che voleva attaccare quella città per appropriarsi delle sue ricchezze. Gli dissero che chi lo aveva spinto a tale azione, voleva unicamente distruggerlo, poiché non avevano conoscenza di una casa di Dio sulla terra all’infuori della Kaaba. Chiese loro di ordinargli il da fare, gli dissero di rispettarla, fare tawaf, ma di nuovo si stupì, perché loro non avrebbero fatto la stessa cosa? Replicarono che l’avrebbero fatto se i meccani non avessero riempito la Kaaba di idoli, erano rabbini, non potevano assolutamente. Fece come gli avevano detto, pregò davanti alla Kaaba, fece tawaf e restò a dormire a Mecca.

Vide in sonno che rivestiva la Kaaba, fino a quel momento era senza copertura, ordinò quindi di realizzare un rivestimento per il Kaaba, ne fecero uno di lana. Quindi vide in sonno che la doveva ricoprire con qualcosa di più prezioso della lana, ordinò quindi che venisse ricoperta con della stoffa molto pregiata dello Yemen. Fu il primo abito del Kaaba.

Ogni anno gli arabi presero l’abitudine di fare un nuovo vestito per la Kaaba, ed ogni anno aggiungevano il nuovo sopra quelli vecchi, continuarono a fare così fino all’epoca di Quraisc (coreisciti), quando Abdul Muttalib fu il capo di Mecca e quando temettero che a forza di mettere queste coperture, il loro peso avrebbe distrutto la Kaaba stessa. Ordinarono così di toglierle tutte e cambiare l’abito ogni anno. Quando

Tubba’ tornò nello Yemen ordinò al suo popolo di abbracciare l’ebraismo, la religione monoteista, ma il popolo si rifiutò. Tra gli idoli adorati dal popolo di Tabban As’ad vi era il fuoco. All’epoca per stabilire chi avesse ragione tra due litiganti, ci si recava in una stanza dove era posto questo fuoco, aprendo la porta il fuoco avrebbe colpito uno dei due, quello colpito era la persona in torto. Così fecero, si presentarono davanti al fuoco i sacerdoti del fuoco e i rabbini, e quando aprirono la porta il fuoco colpì i sacerdoti, che fuggirono via. Tabban li fermò, disse loro che non potevano interrompere questo rito, tornarono indietro, riaprirono la porta e nuovamente il fuoco lambì proprio i sacerdoti, che rimasero bruciati. Fu così che il popolo dello Yemen credette alla religione introdotta dal loro re e divennero ebrei.

Immagini della vestizione nel video postato da khadijia Amani ALLAH la ricompensi http://www.youtube.com/watch?v=f3Bb2rR5omA&feature=share



Tratto da “Mondo Islam” n. 9


_________________
FORUM-ISLAMICO
Tornare in alto Andare in basso
http://islaminitalia.forum-2007.com
 
STORIA DELLA VESTIZIONE DELLA KAABA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Cerco "La teoria della Traduzione nella Storia" Siri Nergaard
» STATO DELLA PRATICA - VERIFICA: ERRORE
» FAVOLA SUI DIRITTI E LA PACE di Gino Strada
» Cerco x lett. italiana II: Storia e testi della letteratura, giulio ferroni VOL. 8 LA NUOVA ITALIA (1861-1910)
» PENSIERO DEL GIORNO: SIMBOLISMO DELLA CESSIONE DELLA PRIMOGENITURA DA ESAU' A GIACOBBE

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum-Islamico :: SPAZIO DI CONOSCENZA E ISTRUZIONE :: ISLAM-
Andare verso: