Forum-Islamico

HADITH DEL PROFETTA S.A.A.S. ALLAH S.T. HA DETTO: O Mie servi! Ho proibito a Me stesso l'oppressione e la proibisco tra di voi.Quindi non opprimetevi lun l'altro.
 
IndicePortaleGalleriaCalendarioFAQCercaRegistratiGruppiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
italislam-online 2
Asmaul Husna i Nomi Di Allah
Calendario Islamico ijra
Orario della preghiera per cità di Milano e d'intorni
Ultimi argomenti
http://my-beautiful-muslim-life.blogspot.com/
Partner
Radio "italislam-online"

Condividere | 
 

 Principi di base di Tawhid, Fiqh ed Aqidah

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 521
Reputazione : 0
Punti : 1192
Data d'iscrizione : 20.12.07

MessaggioTitolo: Principi di base di Tawhid, Fiqh ed Aqidah   Mer Dic 07, 2011 11:40 am

Principi di base di Tawhid, Fiqh ed Aqidah

di Shaikh Abu 'Abdir-Rahman Yahya bin 'Ali Al-Hajuri

Introduzione

Tutta la lode è dovuta ad Allah, con lode pura e benedetta. Testimonio che non vi è alcuna divinità che abbia il diritto di essere adorata tranne Allah - solo e senza partner. E testimonio che Muhammad è il Suo servo ed il Suo Messaggero. Procedendo:

Allah dice nel Suo Nobile Libro:

"Forse eravate presenti quando la morte si presentò a Giacobbe ed egli disse ai suoi figli:"Chi adorerete dopo di me?" Risposero: "Adoreremo la tua divinità, la divinità dei tuoi padri Abramo e Ismaele e Isacco, il Dio unico al quale saremo sottomessi". [Al-Baqarah:133]

E in un hadith autentico, Ibn 'Abbas, radhiAllahu 'anhu, ha riferito: "Un giorno ero dietro al Profeta, sallAllahu 'aleyhi wa sallam, quando mi disse: "O ragazzo! Ti insegnerò alcune parole: Difendi sempre Allah ed Egli ti tutelerà. Difendi sempre Allah e lo troverai davanti a te. Quando chiedi, chiedi soltanto ad Allah, quando cerchi aiuto, cercalo soltanto in Allah. E sappi che se tutte le persone del mondo si riunissero per fare qualcosa di buono per te, non sarebbero mai in grado di farlo, tranne che con qualcosa che Allah ha già decretato per te. E se si riunissero per danneggiarti con qualcosa, non potrebbero danneggiarti tranne che con qualcosa che Allah ha già decretato per te. Le penne si sono alzate e le pagine si sono asciugate".

Questa ayah (versetto) e questo hadith e quelli simili ad essi, servono da base nell'istruzione dei bambini, con parole profonde sui temi dell'Unicità di Allah e l'insegnamento della Sua adorazione, custodendo i Suoi limiti, facendo affidamento a Lui, e che Egli ci osserva sempre, così come la fede nel Decreto Divino (Qadar) – nel bene e nel male. Questa è la maniera religiosa corretta dell'educazione tramite la quale si spera che la persona che si attiene (ad essa) diventerà uno dei migliori servi di Allah.

Tutto questo mi ha condotto a scrivere queste brevi e semplici parole per i miei giovani bambini – possa Allah purificarli e realizzare la rettifica tramite loro – sui fondamenti di base del Tawhid, 'Aqidah e Fiqh, con le loro evidenze di supporto dal Corano e dalla Sunnah.
Spero che Allah porti loro beneficio così come a tutti i bambini Musulmani attraverso questo libro, e con Allah è il successo.

Scritto da:
Abu 'Abdir-Rahman Yahya bin 'Ali Al-Hajuri
Rajab, 1425H


In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.

[1] Se qualcuno ti chiedesse: "Chi ti ha creato?"

Dì: Allah ha creato me e tutto ciò che esiste. La prova di questo è il detto di Allah:

"Allah è il Creatore di tutte le cose". [Surah Az Zumar: 62]

[2] Se qualcuno ti chiedesse: "Chi è il tuo Signore?"

Dì: Allah è il mio Signore. Lui è il Signore di tutto. La prova di questo è il detto di Allah:

"Di': Dovrei cercare un altro signore all'infuori di Allah che è il Signore di tutte le cose?" [Surah Al-An'âm: 164]

Ed Egli dice:
"La lode [appartiene] ad Allah, Signore dei mondi". [Surah Al-Fâtiha: 2]

[3] Se qualcuno ti chiedesse: "Perché Allah ti ha creato?"

Dì: Allah ha creato tutti noi per adorarLo. La prova di questo è il detto di Allah:
"È solo perché Mi adorassero che ho creato i dèmoni e gli uomini". [Surah Adh-Dhâriyât: 56]

[4] Se qualcuno ti chiedesse: "Qual è la tua religione?"

Dì: La mia religione è la vera religione dell'Islam[1]. La prova di questo è il detto di Allah:
"Invero, la religione presso Allah è l'Islàm". [Surah Âl 'Imrân:19]

Ed Allah dice:
"Egli è Colui Che ha inviato il Suo Messaggero con la guida e la Religione della verità". [Surah At-Tawba: 33]

Ed Allah dice:
"Chi vuole una religione diversa dall'Islàm, il suo culto non sarà accettato, e nell'altra vita sarà tra i perdenti". [Surah Âl 'Imrân: 85]

[5] Se qualcuno ti chiedesse: "Chi è il tuo Profeta?"

Dì: Il mio Profeta e il Profeta di questa Ummah è Muhammad, il Messaggero di Allah. La prova di questo è il detto di Allah:

"Muhammad non è padre di nessuno dei vostri uomini, egli è l'Inviato di Allah e il sigillo dei profeti". [Surah Al-Ahzâb: 40]

[6] Se qualcuno ti chiedesse: "Qual è il primo obbligo per un servo di Allah?"

Dì: È quello di imparare l'Unicità di Allah. La prova di questo è il hadith di Ibn 'Abbas, radhiAllahu 'anhu, che disse: "Quando il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, inviò Mu’adh bin Jabal in Yemen, gli disse: "Stai andando da un gruppo di persone appartenenti agli Ebrei e ai Cristiani. Quindi la prima cosa alla quale dovresti invitarli è l'Unicità di Allah (nell'adorazione)". [Questo hadith è stato concordato e queste parole sono da Al-Bukhari]

[7] Se qualcuno ti chiedesse: "Qual è il significato di La ilaha illAllah ?"

Dì: Il suo significato è che nulla in verità merita di essere adorato all’infuori di Allah. La prova per questo è il detto di Allah:

"Sappi che in verità Lâ ilâha illa Allâh (nessuno ha il diritto di essere adorato all'infuori di Allah)". [Surah Muhammad: 19]

E Allah dice:

"È così, poiché Allah è la Verità". [Surah Al-Hajj: 62]

[8] Se qualcuno ti chiedesse: "Qual è il significato di Muhammadun Rasulullah?"

Dì: Questo significa che Muhammad è il Messaggero di Allah, inviato a tutta l'umanità – sia jinn che esseri umani. La prova di questo è il detto di Allah:

"Non ti abbiamo mandato se non come nunzio ed ammonitore per tutta l'umanità". [Surah Sabâ': 28]

Noi tutti dobbiamo obbedirgli e credere in lui e stare lontani da ciò che ha proibito. La prova di questo è il detto di Allah:

"Dì: Obbedite ad Allah e obbedite all'Inviato". [Surah An-Nûr: 54]

Ed Abu Hurayrah, radhiAllahu 'anhu, ha riferito che il Messaggero di Allah, sallAllahu 'aleyhi wa sallam, ha detto: "Qualsiasi cosa io vi probisca, statene lontani. E qualsiasi cosa vi ordini di fare, fatela più che potete". [Bukhari e Muslim]

Inoltre, Allah dice:

"È quello che il Compassionevole aveva promesso: gli inviati avevano detto il vero”. [Surah Yâ Sîn: 52]

[9] Se qualcuno ti chiedesse: "Qual è il diritto di Allah sui Suoi servi ?"

Dì: Il diritto di Allah sui Suoi servi è che essi dovrebbero adorare solo Lui non associandoGli alcun partner nella Sua adorazione. La prova di questo è il hadith riferito da Mu’adh bin Jabal, radhiAllahu 'anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Il diritto che Allah ha sui Suoi servi è che adorino Lui solo e non associandoGli alcun partner (nell'adorazione). E il diritto che i servi hanno da Allah, è che Egli non dovrebbe punire nessuno che non Gli associ partner nell'adorazione". [Bukhari e Muslim]

[10] Se qualcuno ti chiedesse: "Che cosa è lo Shirk (il politeismo)?"

Dì: Lo Shirk è adorare qualcosa oltre ad Allah. Quindi, ogni azione che eseguiamo per adorare Allah, se fatta per qualcun'altro oltre ad Allah, allora essa è Shirk. La prova di questo è il detto di Allah:

"Adorate Allah e non associateGli alcunché". [Surah An-Nisâ': 36]

[11] Se qualcuno ti chiedesse: "Qual è la sentenza sulla creazione di immagini di cose che hanno anima?"

Dì: Creare immagini di cose che hanno anima è uno dei peccati maggiori. La prova di questo è il hadith di Ibn Mas’ud, radhiAllahu 'anhu, che ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "In verità, le persone con la punizione peggiore, nel Giorno del Giudizio, saranno coloro che creano immagini". [Bukhari e Muslim]

E in un hadith, Abu Juhayfah, radhiAllahu 'anhu, ha detto: "Il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, ci ha proibito di prendere del denaro per la vendita dei cani e del sangue…e ha maledetto i creatori di immagini". [Bukhari]

[12] Se qualcuno ti chiedesse: "Qual è la connessione che la creazione di immagini di cose con anima ha con lo Shirk?"

Dì: Creare immagini è una forma di creazione in cui i creatori delle immagini gareggiano con Allah e partecipano alla Sua capacità di creare. La prova di questo è ciò che 'A'ishah, radhiAllahu 'anha, ha riferito dal Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, che ha detto: "Le persone con la punizione peggiore nel Giorno del Giudizio sono coloro che gareggiano con Allah nella Sua creazione". [Bukhari e Muslim]

Anche Abu Hurayrah, radhiAllahu 'anhu, ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Allah ha detto: E chi è peggiore di colui che tenta di creare come la Mia creazione…" [Bukhari e Muslim]

[12] Se qualcuno ti chiedesse: "Qual è la definizione della parola adorazione (ibadah) ?"

Dì: Adorazione è un termine comprensivo che include ogni cosa che Allah ama e con la quale è soddisfatto. La prova di questo è il detto di Allah:
"Se siete miscredenti, [sappiate che] Allah è Colui Che basta a Se Stesso, ma non accetta la miscredenza dei Suoi servi. Se invece siete credenti Se ne compiace". [Surah Az-Zumar: 7]

[13] Se qualcuno ti chiedesse: "Dov’ è Allah ?"

Dì: Allah è al di sopra dei cieli, sopra il Suo Trono. La prova di questo è il detto di Allah:

"Siete forse sicuri che Colui Che sta nel cielo non vi faccia inghiottire dalla terra quando trema?" [Surah Al-Mulk: 16]

E Allah dice:

"Il Compassionevole Si è innalzato sul Trono". [Surah Tâ-Hâ: 5]

E in un hadith, Abu Hurayrah, radhiAllahu 'anhu, ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Il nostro Signore, Benedetto ed Altissimo, discende ogni notte al cielo più basso durante l'ultima terza parte della notte, dicendo: "Chi Mi sta invocando che Io possa rispondergli? Chi Mi sta chiedendo che Io possa dargli? Chi sta cercando il Mio perdono che Io lo perdoni?" [Bukhari e Muslim]

Qui, la parola "discende" può venire soltanto da qualcuno che è al di sopra.

[14] Se qualcuno ti chiedesse: "Allah è con noi?"

Dì: Allah è con noi attraverso la Sua Conoscenza. La prova di questo è il detto di Allah:
"Egli è con voi ovunque voi siate". [Surah Al-Hadîd: 4]

E Allah dice:"Egli è Allah, nei cieli e sulla terra. Conosce quello che nascondete, quello che palesate e quello che vi meritate". [Surah Al-An'âm: 3]

Ibn Kathir ha detto: "Questo significa che Allah è Colui che sa ciò che è nei cieli e sulla terra, tra le cose nascoste e quelle manifeste".

[15] Se qualcuno ti chiedesse: "Qual è la definizione di Islam?"

Dì: Significa sottomettersi ad Allah eseguendo l'adorazione per Lui solo, sottomettersi a Lui nell'obbedienza ed essere liberi dallo Shirk. La prova di questo è il detto di Allah:

"Il vostro Dio è un Dio unico. A Lui sottomettetevi. Danne la lieta novella agli umili". [Surah Al-Hajj: 34]

E Allah dice:"O voi che credete, temete Allah come deve essere temuto e non morite non musulmani". [Surah Âl 'Imrân: 102]

[16] Se qualcuno ti chiedesse: "Quanti sono i pilastri dell'Islam?"

Dì: L'Islam ha cinque pilastri. La prova di questo è il hadith di 'Abdullah bin 'Umar, radhiAllahu 'anhu, che ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "L'Islam è costruito su cinque (pilastri): (1) La testimonianza che nessuno ha il diritto di essere adorato all'infuori di Allah, e che Muhammad è il Messaggero di Allah; (2) il compimento della preghiera; (3) il pagamento della Zakat; (4) il Pellegrinaggio (Hajj); e (5) digiunare in Ramadan". [Bukhari e Muslim]

[17] Se qualcuno ti chiedesse: "La Religione Islamica è completa o ha bisogno di completarsi?"

Dì: L'Islam è una Religione completata e perfetta. La prova di questo è il detto di Allah:
"Oggi ho reso perfetta la vostra religione, ho completato per voi la Mia grazia e Mi è piaciuto darvi per religione l'Islàm". [Surah Al-Mâ'ida: 3]

[18] Se qualcuno ti chiedesse: "Un Musulmano da dove apprende la sua Religione ?"

Dì: Un Musulmano apprende la sua Religione dal Corano e dalla Sunnah, basandoli sulla comprensione dei pii predecessori (Salafus Salih). La prova di questo è il detto di Allah:

"Non basta loro che ti abbiamo rivelato il Libro che recitano?" [Surah Al-'Ankabût : 51]

E il Suo detto:
"Se siete discordi in qualcosa, fate riferimento ad Allah e al Messaggero, se credete in Allah e nell'Ultimo Giorno". [Surah An-Nisâ': 59]

E Allah dice:

"Guidaci sulla retta via, la via di coloro che hai colmato di grazia, non di coloro che [sono incorsi] nella [Tua] ira, né degli sviati." [Surah Al-Fâtiha: 6-7]

E Allah dice:

"Chi si separa dal Messaggero dopo che gli si è manifestata la guida, e segue un sentiero diverso da quello dei credenti, quello lo allontaneremo come si è allontanato e lo getteremo nell'Inferno. Qual triste destino". [Surah An-Nisâ':115]

Inoltre nota il hadith di seguito.

[19] Se qualcuno ti chiedesse: "Qual è il tuo Credo (’Aqidah)?"

Dì: Sono seguace della Sunnah (Sunni), un seguace dei Salaf (Salafi). La prova di questo è il hadith riferito da Al-'Irbad bin Sariyah, radhiAllahu 'anhu, dove il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Aggrappatevi alla mia Sunnah e alla Sunnah dei Califfi ben-guidati. Aggrappatevi saldamente ad essa con i vostri denti e fatte attenzione alle questioni inventate perché veramente ogni questione inventata è un'innovazione ed ogni innovazione è smarrimento". [Trasmesso da Abu Dawud e altri ed è un hadith hasan]

[20] Se qualcuno ti chiedesse: "Chi era il primo e ultimo messaggero inviato da Allah?"///

Dì: Il primo messaggero fu Nuh, 'aleyhis salam, e l'ultimo fu il migliore di tutti i Profeti – il nostro Profeta Muhammad, sallAllahu aleyhi wa sallam. L'arrivo del Profeta Muhammad era il primo dei segni minori dell'arrivo dell'Ultima Ora. Siamo obbligati a credere in tutti i Profeti. La prova per questo è il hadith di Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, in cui ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto sulla riunione delle persone nel Giorno del Giudizio: "Andranno da Nuh e gli diranno: "O Nuh ! Lei è il primo dei Messaggeri inviati alle persone della terra, ed Allah ti ha chiamato ‘servo riconoscente’". [Bukhari e Muslim]

La prova che Muhammad è l'ultimo dei messaggeri è il detto di Allah:

"Muhammad non è padre di nessuno dei vostri uomini, egli è l'Inviato di Allah e il sigillo dei profeti". [Al-Ahzâb: 40]

Thawban, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Io sono l'ultimo dei profeti, e dopo di me non ci sarà altro profeta". [Muslim]

La prova che è il migliore di tutti i profeti è il hadith di Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, in cui ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Sarò il capo dell'umanità nel Giorno del Giudizio". [Bukhari e Muslim]

La prova che dobbiamo credere in tutti loro e che chiunque rifiuta uno di loro praticamente li ha rifiutati tutti, è il detto di Allah:

Il Messaggero crede in quello che è stato fatto scendere su di lui da parte del suo Signore, come del resto i credenti: tutti credono in Allah, nei Suoi Angeli, nei Suoi Libri e nei Suoi Messaggeri. "Non facciamo differenza alcuna tra i Suoi Messaggeri". [Al-Baqara: 285]

Ed Allah dice:

"In verità coloro che negano Allah e i Suoi messaggeri, che vogliono distinguere tra Allah e i Suoi messaggeri, dicono:"Crediamo in uno e l'altro neghiamo" e vogliono seguire una via intermedia; sono essi i veri miscredenti, e per i miscredenti abbiamo preparato un castigo umiliante". [An-Nisâ': 150-151] [2]

La prova che il Profeta Muhammad, sallAllahu aleyhi wa sallam, è il primo dei segni minori prima dell'Ultima Ora è il hadith di Sahl bin Sa’ad, radiyAllahu anhu, che ha raccontato che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Il mio arrivo e l'Ultima Ora siamo così" – ed unì insieme due dita.

[21] Se qualcuno ti chiede: "In che cosa tutti i Messaggeri hanno chiamato le persone ?"

Dì: Li hanno chiamati ad adorare Allah solo e senza alcun partner. La prova per questo è il detto di Allah:

"Ad ogni comunità inviammo un profeta [che dicesse]: “Adorate Allah e fuggite i Tâghût! (tutte le false divinità)”. [An-Nahl: 36]

[22] Se qualcuno ti chiede: "Qual è la definizione del Tawhid in cui chiamavano tutti i Messaggeri ?"

Dì: La sua definizione è scegliere Allah solo nel culto. La prova per questo è il detto di Allah:

"Adorate Allah e non associateGli alcunché". [An-Nisâ': 36]

Ed Allah dice:

Di’: «Egli Allah è Unico, Allah è l’Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui». [Al-Ikhlâs]

[23] Se qualcuno ti chiede: "Quali sono le categorie del Tawhid di Allah ?”

Dì: Ci sono tre categorie:

1. Il Tawhid ar-Rububiyyah (L'Unicità della Signoria di Allah)

2. Il Tawhid al-Uluhiyyah (L'Unicità di Allah nel Suo culto)

3. Il Tawhid al-Asma was-Sifat (L'Unicità dei Nomi e degli Attributi di Allah)

La prova per questo è il detto di Allah:

"In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso". [Al-Fatiha: 1]

Ed il Suo detto:

"È il Signore dei cieli e della terra e di tutto ciò che vi è frammezzo, adoraLo dunque e persevera nell'adorazione. Conosci qualcuno che abbia il Suo stesso nome?" [Maryam: 65]

Questi due versetti contengono le tre categorie del Tawhid.

[24] Se qualcuno ti chiede: "Qual è l'opera più grande tra le opere buone, e la peggiore tra le opere malvagie ?"

Dì: La più grande opera buona è realizzare l' Unicità di Allah (il Tawhid) e la peggiore delle opere malvagie è attribuire soci ad Allah (lo Shirk). La prova per questo è il detto di Allah:

"In verità Allah non perdona che Gli si associ alcunché; ma, all'infuori di ciò, perdona chi vuole". [An-Nisâ': 48]

Ed Allah dice:

"Per noi non ci sono intercessori, e neppure un amico cordiale. Se solo ci fosse [possibile] un ritorno, saremmo allora tra i credenti”. [Ash-Shu'arâ': 100-102]

Anas bin Malik, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "La mia intercessione (nel Giorno del Giudizio) è per quelli che hanno commesso grandi peccati nella mia Ummah". [Trasmesso da Ahmad ed è un hadith autentico]

Ciò indica che le uniche persone abbastanza fortunate a ricevere l'intercessione del Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, saranno i musulmani che hanno commesso grandi peccati. Ed indica che non ci sarà intercessione per uno che associa partner nel culto ad Allah.

Jabir bin ‘Abdillah, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Chiunque muore non avendo attribuito partner ad Allah (nel culto) entrerà nel Paradiso. E chiunque muore avendo attribuito partner ad Allah (nel culto) entrerà nell'Inferno". [Muslim]

[25] Se qualcuno ti chiede: "Quanti livelli ci sono nella Religione ?"

Dì: Ci sono tre livelli nella Religione: L' Islam, l' Iman e l' Ihsan. La prova per questo è il hadith di ‘Umar Ibnul-Khattab, radiyAllahu anhu, in Sahih Muslim (nr. Cool in cui l' angelo Jibril chiese al Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, sull' Islam, poi sull' Iman, poi sull' Ihsan.

[26] Se qualcuno ti chiede: “Che cosa è l' Iman (la fede) ?”

Dì: È dichiarazione della lingua, credo del cuore e l'azione degli arti. Aumenta tramite l'obbedienza (ad Allah) e diminuisce tramite la disubbidienza (ad Allah).

La prova che è dichiarazione della lingua ed azione degli arti è il hadith di Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "L' Iman è settanta ed alcuni o sessanta ed alcuni rami: il più alto di essi è dire La ilaha il-lAllah ed il basso è rimuovere dalla strada un oggetto dannoso. Anche il pudore è parte dell' Iman". [Bukhari e Muslim]
La prova che è credo del cuore è lo stesso hadith di 'Umar, radiyAllahu anhu, accennato precedentemente che menziona i pilastri dell' Iman. Inoltre è anche il detto di Allah:

"Confidate in Allah se siete credenti". [Al-Mâ'ida: 23]

Anas bin Malik, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Segno dell' Iman è l'amore per gli Ansar, e segno di ipocrisia è l'odio per gli Ansar". [Bukhari e Muslim]
La prova che l’Iman aumenta tramite l'obbedienza (ad Allah) è il detto di Allah:

"In verità i [veri] credenti sono quelli i cui cuori tremano quando viene menzionato Allah e che, quando vengono recitati i Suoi versetti, accrescono la loro fede. Nel Signore confidano". [Al-'Anfâl: 2]

Ed Allah dice:

"Egli è Colui Che ha fatto scendere la Pace nel cuore dei credenti, affinché possano accrescere la loro fede". [Al-Fath: 4]

Ed Allah dice:

"e aumentasse la fede dei credenti". [Al-Muddaththir: 31]

La prova che l' Iman diminuisce tramite la disubbidienza sono le stesse prove che mostrano che esso aumenta. Questo perché prima di aumentarsi ha dovuto in primo luogo essere ridotto.
Imam Bukhari ha detto nel Libro dell' Iman nella sua Collezione di Sahih: "Il capitolo 33: Così se lui abbandona qualcosa dalla completezza (dell' Iman), allora esso (l'Iman) è carente".

Un'altra prova che diminuisce è il hadith circa i rami della Fede che l'abbiamo accennato appena. C'è anche il hadith di Abu Sa’id Al-Khudri, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Chiunque di voi vede una malvagità, dovrebbe cambiarlo con la sua mano. Ma se non può, (dovrebbe cambiarlo) con la sua lingua. E se non può, (dovrebbe cambiarlo) col suo cuore, e questo è l' Iman più debole". [Muslim]

Inoltre questo indica che fermare la malvagità fa parte dell' Iman (fede).

[27] Se qualcuno ti chiede: "Quanti pilastri ha l' Iman ?"

Dì: L' Iman ha sei pilastri. La prova per questo è il hadith di ‘Umar Ibnul-Khattab, radiyAllahu anhu, in Sahih Muslim in cui l'angelo Jibril chiese al Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, sull' Iman, e lui rispose: "(l' Iman) È credere in Allah, nei Suoi Angeli, nei Suoi Libri, nei Suoi Messaggeri, nell’ Ultimo Giorno, e credere in Al-Qadar (il Pre-Decreto Divino) – sia esso buono o cattivo".
Dopo che lo sentì, l'angelo Jibril gli disse: "Lei ha detto la verità". [Bukhari e Muslim da Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu]

[28] Se qualcuno ti chiede: "Qual è la definizione dell' Ihsan tra il servo ed il suo Signore ?"

Dì: L' Ihsan significa "Adorare Allah come se Lo stessi vedendo. Ma anche perché tu non Lo vedi, Lui vede te".
Questo è stato riferito dal Profeta nel hadith di ‘Umar Ibnul-Khattab, radiyAllahu anhu, come sta in Sahih Muslim (nr. Cool.

[29] Se qualcuno ti chiede: "Qual è la sentenza sul schernire o deridere Allah, il Suo Messaggero e la Sua Religione ?"

Dì: Ciò è miscredenza maggiore. Chiunque fa questo intenzionalmente esce dall' Islam. La prova per questo è il detto di Allah:

Di': “Volete schernire Allah, i Suoi segni e il Suo Messaggero?”. Non cercate scuse, siete diventati miscredenti dopo aver creduto". [At-Tawba: 65-66] [3]

[30] Se qualcuno ti chiede: "Qual è la ricompensa per i credenti e la ricompensa per i miscredenti nel Giorno del Giudizio ?"

Dì: La ricompensa per i credenti è il Paradiso il quale si trova nella parte più alta dei cieli. La prova per questo è il detto di Allah:

"Quelli che invece credono e compiono il bene sono i migliori di tutta la creazione. Presso il loro Signore, la loro ricompensa saranno i Giardini di Eden, dove scorrono i ruscelli, in cui rimarranno in perpetuo. Allah si compiace di loro e loro si compiacciono di Lui. Ecco [cosa è riservato] a chi teme il suo Signore". [Al-Bayyina: 7-8]

La ricompensa per i miscredenti è il Fuoco dell' Inferno il quale si trova nel livello più basso della terra. La prova per questo è il detto di Allah:

"Coloro che invece non credono, avranno il fuoco dell'Inferno: giammai sarà decisa la loro morte e nulla sarà sottratto al castigo. Ricompenseremo così ogni ingrato". [Fâtir: 36]

La prova che il Paradiso è oltre il più alto punto dei cieli, è il detto di Allah:

"E invero (che Muhammad) lo vide (Jibril) in un'altra discesa, vicino al Loto del limite (l'albero di Loto si trova sul settimo cielo), presso il quale c'è il Giardino di Ma'wa". [An-Najm: 13-15]

La prova che il Fuoco dell'Inferno è oltre il livello più basso della terra è il hadith di Al-Bara' (bin Azib), radiyAllahu anhu, che ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Registra il libro (delle azioni) del Mio servo in Sijjin – nel più basso livello della terra". [Hadith Sahih]

Noi non testimoniamo su nessuno che sarà nel Paradiso tranne per quelli che le prove dicono che saranno nel Paradiso. Questo è basato sul detto di Allah:

"Non seguire ciò di cui non hai conoscenza alcuna". [Al Isrâ': 36]

[31] Se qualcuno ti chiede: "Quante dimore ci sono ?"

Dì: Ci sono tre dimore:

1. La Vita di questo mondo, che finirà. La prova per questo è il detto di Allah:

"Poiché la vita terrena non è che ingannevole godimento". [Âl 'Imrân: 185]

2. Il Barzakh (la fase transitoria): La prova per questo è il detto di Allah:

"E dietro di loro sarà eretta una barriera (Barzakh) fino al Giorno della Resurrezione". [Al-Mu'minûn: 100]

3. La Dimora Finale: La prova per questo è il detto di Allah che ci informa di ciò che disse il credente della famiglia di Faraone:

"O popolo mio, questa vita è solo godimento effimero, mentre in verità l'altra vita è la stabile dimora". [Al-Ghâfir: 39]

[32] Se qualcuno ti chiede: "Qual è la prima tappa nell' Altro Mondo ?"

Dì: La prima tappa nell'Altro Mondo è la tomba. La prova per questo è il hadith di Uthman bin 'Affan, radiyAllahu anhu, che ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "In verità, la tomba è la prima tappa nell'Altro Mondo. Così se uno viene salvato da essa, poi ciò che viene dopo è più facile di essa. E se egli non viene salvato da essa, poi ciò che viene dopo è peggiore di essa". [Trasmesso da At-Tirmidhi, Ibn Majah ed Ahmad, ed è un hadith autentico]

[33] Se qualcuno ti chiede: "Qual è il tuo credo riguardo la punizione e la soddisfazione nella tomba ?"

Dì: Credo che sia vero per chiunque lo merita. La prova per questo è il hadith di 'A’ishah, radiyAllahu anha, in cui ha chiesto al Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, sulla punizione della tomba e lui disse: "La punizione della tomba è vera". [Bukhari e Muslim, e questo è il testo trasmesso da Bukhari]

Lei, radiyAllahu anha, ha riferito anche: "Il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, cercava rifugio in Allah dalle prove nella tomba, dalla punizione nella tomba, e dalle prove di Dajjal". [Bukhari e Muslim]

Questo hadith conferma che ci sarà la punizione nella tomba, le prove nella tomba, e la prova grande di Dajjal.

Dalle prove che indicano che ci sarà la soddisfazione nella tomba è il hadith di Al-Bara' (Ibn Azib), radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Quanto al credente, allora sarà detto: "Vestitelo con gli indumenti del Paradiso ed aprite per lui una porta del Paradiso in modo che il suo odore ed il vento lo possono raggiungere".

[34] Se qualcuno ti chiede: "Crede che le persone saranno risuscitati, saranno giudicati e gli sarà dato a loro i libri dove sono registrate le loro azioni ?"

Dì: Credo che questi siano veri. La prova per questo è il detto di Allah:

"Coloro che non credono affermano che non saranno affatto resuscitati. Di': “Invece sì, per il mio Signore: sarete resuscitati, quindi sarete informati di quel che avrete fatto. Ciò è facile per Allah”. [At-Taghâbun: 7]

Ed Allah dice:

"Quanto a colui che riceverà il suo libro nella mano destra, gli verrà chiesto conto con indulgenza, e lietamente ritornerà ai suoi. Quanto a colui che riceverà il suo libro da dietro le spalle, invocherà l'annientamento, e brucerà nella Fiamma!". [Al-Inshiqâq: 7-12]

[35] Se ti dicessero: "I credenti vedranno il loro Signore nel Giorno del Giudizio ?"

Dì: Sì, essi vedranno Lui (1) nel luogo della riunione finale nel Giorno del Giudizio e (2) nel Paradiso. La prova per questo è il detto di Allah:

"In quel Giorno ci saranno dei volti splendenti, che guarderanno il loro Signore". [Al-Qiyâma: 22- 23]

E nelle due Collezioni di Sahih, Jarir bin ‘Abdillah, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "In verità, vedrete il vostro Signore nel Giorno del Giudizio".

Muslim ha riferito tramite Hammad bin Salamah, lui da Thabit, lui da 'Abdur-Rahman bin Abi Layla e lui sotto l'autorità di Suhaib, radiyAllahu anhu, che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Allah, Benedetto ed Altissimo, dirà: "Volete qualcosa di più che vi dia?" Diranno: "Non avete illuminato le nostre facce? Non avete consentito per noi di entrare nel Paradiso e ci hai risparmiati dal Fuoco dell'Inferno?" A questo punto, Lui toglierà lo schermo e loro Lo vedranno. E non sarà concesso nulla di più caro a loro di guardare il loro Signore, l' Eccelso ed il Potente". [4]

I miscredenti non vedranno Allah nel Giorno del Giudizio. La prova per questo è il detto di Allah:

"Niente affatto: in verità in quel Giorno un velo li escluderà dal vedere il loro Signore". [Al-Mutaffifîn: 15]

[36] Se qualcuno ti chiede: ""Qual è il tuo credo riguardo il Nobile Corano che è in Mus-haf ?

Dì: Credo che sia il Libro di Allah e che non è qualcosa creata. La prova per questo è il detto di Allah:

"E se qualche associatore ti chiede asilo, concediglielo affinché possa ascoltare la Parola di Allah". [At-Tawba: 6]

[37] Se qualcuno ti chiede: "Il Corano è in arabo o in un'altra lingua ?"

Dì: È in arabo. La prova per questo è il detto di Allah:

"Ne abbiamo fatto un Corano arabo affinché comprendiate!". [Az-Zukhruf: 3]

Ed Allah dice:

"È sceso (il Corano) con esso lo Spirito fedele (l'angelo Jibril), sul cuore tuo (o Muhammad), affinché tu fossi un ammonitore in lingua araba esplicita". [Ash-Shu'arâ': 193-195]

[38] Se qualcuno ti chiede: "Allah ha Nomi ed Attributi ?"

Dì: Sì, Lui ha dei Nomi e degli Attributi che convengono alla Sua Maestà. La prova per questo è il detto di Allah:

"Ad Allah appartengono i nomi più belli: invocateLo con quelli". [Al-A'râf: 180]

Ed Allah dice:

"Mentre la metafora più elevata spetta ad Allah, Egli è l'Eccelso, il Saggio". [An-Nahl: 60]

I Nomi di Allah non sono limitati ad un numero specifico che è noto a noi. Questo è basato sul detto del Profeta: "Non posso contare le Sue lodi".[Trasmesso da Muslim dal hadith di 'A’ishah, radiyAllahu anha]

[39] Se ti dicessero: "Qualcun'altro tranne Allah, conosce l'invisibile ?"

Dì: Nessuno conosce l'invisibile tranne Allah. La prova per questo è il detto di Allah:

"Allah non intende informarvi sull'Invisibile". [Âl 'Imrân: 179]

Ed Allah dice:

"Di': “In verità, l'invisibile appartiene ad Allah". [Yûnus: 20]

E Lui dice:

"Egli possiede le chiavi dell'invisibile, che solo Lui conosce". [Al-An'âm: 59]

[40] Se qualcuno ti chiede: "Quando verrà l' Ultima Ora ?"

Dì: L' Ultima Ora è dalle questioni dell'invisibile che nessuno conosce tranne Allah. La prova per questo è il detto di Allah:

"In verità la scienza dell'Ora è presso Allah". [Luqmân: 34]

E Lui dice:

"[Appartiene] a Lui la scienza dell'Ora". [Fussilat: 47]

Altrettanto il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Nessuno tranne Allah sa quando verrà l' Ultima Ora". [Trasmesso da Bukhari dal hadith di Ibn 'Umar, radiyAllahu anhu]

[41] Se qualcuno ti chiede: "Quante sono le condizioni affinché un'azione sia accettato da Allah ?"

Dì: Tre condizioni. Essi sono:

1. L' Islam. Allah non accetta le azioni di un miscredente (coloro che non sono musulmani). La prova per questo è il detto di Allah:

"Abbiamo giudicato le loro opere e ne abbiamo fatto polvere dispersa". [Al-Furqân: 23]

2. La sincerità. La prova per questo è il detto di Allah:

"Eppure non ricevettero altro comando che adorare Allah, tributandoGli un culto esclusivo e sincero". [Al-Bayyina: 5]

Ed in un hadith qudsi riferito da Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Allah, Benedetto ed Altissimo, ha detto: "Sono il più libero dallo Shirk tra tutti quelli che Mi associano nel culto. Chiunque fa un'azione in cui Mi associa qualcun’altro, abbandonerò lui assieme il suo Shirk". [Muslim]

3. Il seguire la Sunnah del Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam. La prova per questo è il hadith riferito da 'A’ishah, radiyAllahu anha, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Chiunque fa un'azione che non è in conformità con la nostra questione (cioè non conforme alla Sunnah), allora gli sarà respinta". [Muslim]

[42] Se qualcuno ti chiede: "Quanti tipi ammissibili di Tawassul ci sono ?"

Dì: Ci sono tre tipi di Tawassul (che è una via o maniera tramite la quale ti avvicini ad Allah):

1. Il Tawassul tramite i Nomi e gli Attributi di Allah. La prova per questo è il detto di Allah:

"Ad Allah appartengono i nomi più belli: invocateLo con quelli". [Al-A'râf: 180]

E Lui dice:

"E per la Tua misericordia, fammi entrare tra i Tuoi virtuosi servitori". [An-Naml: 19]

2. Quando il servo cerca di avvicinarsi verso Allah tramite le sue azioni buoni. La prova per questo è il detto di Allah:

"O Signor nostro, abbiamo creduto; perdona i nostri peccati e proteggici dal castigo del Fuoco". [Âl 'Imrân: 16]

Ed Allah dice:

"Signore! Abbiamo creduto in quello che hai fatto scendere e abbiamo seguito il messaggero, annoveraci tra coloro che testimoniano". [Âl 'Imrân: 53]

E dalla Sunnah vi è il hadith circa i tre uomini i quali si bloccarono dentro una grotta dalla caduta di una roccia la quale bloccò l'entrata della grotta. Ciascuno di loro cercò di avvicinarsi verso Allah menzionando la sua azione sincera (che aveva fatto in passato). [Bukhari e Muslim]

3. Il Tawassul tramite la preghiera di una persona giusta. La prova per questo è il hadith di Anas bin Malik, radiyAllahu anhu, in cui ha detto: "Una volta il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, stava tenendo un sermone quando un uomo venne da lui e gli disse: "O Messaggero di Allah! Vi è una mancanza di pioggia, perciò supplicate Allah per inviarci l'acqua". Così lui, sallAllahu aleyhi wa sallam, supplicò e tra noi iniziò a piovere". [5]

[43] Se qualcuno ti dice: "Vi è innovazione (bid'ah) buona nella Religione ?"

Dì: Ogni innovazione è smarrimento. La prova per questo è il hadith riferito da Al-'Irbad, radiyAllahu anhu, nel punto numero 19 in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Ogni innovazione è smarrimento".

E c'è anche il hadith di Jabir bin 'Abdillah, radiyAllahu anhu, che ha riferito che quando il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, teneva una khutbah, diceva: "Procedendo: In verità, il discorso migliore è il Libro di Allah, e la guida migliore è la guida di Muhammad. Le cose peggiore sono le nuove innovazioni. Ed ogni innovazione è smarrimento". [Muslim]

[44] Se ti dicessero: "Chi sono le peggiore creature le quali siamo obbligati ad odiare ?"

Dì: Sono gli ebrei, i cristiani e gli adoratori degli idoli. La prova per questo è il detto di Allah:

"In verità i miscredenti, fra gente della Scrittura, e gli associatori, saranno nel fuoco dell'Inferno, dove rimarranno in perpetuo. Di tutta la creazione essi sono i più abbietti". [Al-Bayyina: 6]

Ed Allah dice:

"Non troverai alcuno, tra la gente che crede in Allah e nell'Ultimo Giorno, che sia amico di coloro che si oppongono ad Allah e al Suo Inviato". [Al-Mujâdala: 22]

[45] Se qualcuno ti chiede: "Che cos’è la democrazia ?"

Dì: La democrazia è quando le persone governano se stessi senza un Libro o Sunnah (rivelati da Allah).

[46] E se ti dicessero: "Qual è la sentenza su essa ?"

Dì: La democrazia è Shirk maggiore. La prova per questo è il detto di Allah:

"In verità, il giudizio appartiene solo ad Allah". [Yûsuf: 40]

E Lui dice:

"Ed Egli non associa nessuno al Suo giudizio". [Al-Kahf: 26]

[47] Se qualcuno ti chiede: "Qual è la realtà delle elezioni ?"

Dì: Le elezioni fanno parte dei sistemi democratici che cercano di cancellare dalla faccia della terra la legge vera di Allah. È inoltre un'imitazione dei miscredenti e non è ammissibile imitarli. Ci sono molti pericoli che si trovano nelle elezioni e nessun beneficio o vantaggio portano ai musulmani. Ed uno dei pericoli più grandi è che mettono un equilibrio uguale tra la verità e la falsità, così come tra colui che è attendibile e colui che è un bugiardo, e tutto ciò secondo il parere della maggioranza. Trascura anche l'amicizia e l' inimicizia (fisabilillah). Distrugge anche l'unità dei musulmani e lo sostituisce con l'ostilità, l'odio, il settarismo (hizb) ed il fanatismo tra loro, per non accennare la frode, l'inganno, la disonestà, lo spreco di tempo e di ricchezza, l'eliminazione della castità delle donne, ed una fiducia instabile nelle scienze Islamiche e la gente che rappresentano esse.

[48] Se ti dicessero: "Qual è la sentenza sul settarismo (essere sparsi e reclutati in gruppi e partiti) ?"

Dì: La Hizbiyyah o l'esistenza di numerosi partiti, è proibita (Haram), escluso per il partito di Allah. La prova per questo è il detto di Allah:

"E non siate associatori. E neppure [siate tra] coloro che hanno scisso la loro religione e hanno formato sette, ognuna delle quali è tronfia di quello che afferma". [Ar-Rûm: 31-32]

E Lui dice:

"Aggrappatevi tutti insieme alla corda di Allah e non dividetevi tra voi". [Âl 'Imrân: 103]

Ed Allah dice:

"Sì, questa vostra Comunità è un'unica Comunità e Io sono il vostro Signore. AdorateMi!". [Al-Anbiyâ': 92]

E Lui dice:

"Ebbene, il partito di Allah non è forse quello di coloro che trionferanno?". [Al-Mujâdala: 22]

'Abdullah bin 'Amr bin al-'As, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "La mia ummah si dividerà in settantatre sette, tutte saranno nel Fuoco dell'Inferno, tranne una di esse". Dissero: "E qual è essa, o Messaggero di Allah ?" Lui disse: "Loro che saranno in ciò che io ed i miei Compagni siamo oggi". [Trasmesso da At-Tirmidhi (5/26)]

Questo hadith è sostenuto dalla testimonianza del hadith di Mu’awiyah, radiyAllahu anhu, che è stato riferito da Abu Dawud (nr. 4597) ed Ahmad (4/102), come pure da altre testimonianze. Quindi il hadith è buono (hasan).
La dichiarazione del Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam: "…tutte saranno nel Fuoco dell'Inferno", indica lo stato delle persone che segue i loro desideri ed è una critica per loro.

[49] Se qualcuno ti chiede: "Quale sono le sette più fuorviate che pretendono di essere Islamiche ?"

Dì: Sono i Batiniyyah, i Rafidah, i Jahmiyyah ed i Sufi estremisti.

_________________
FORUM-ISLAMICO
Tornare in alto Andare in basso
http://islaminitalia.forum-2007.com
Admin
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 521
Reputazione : 0
Punti : 1192
Data d'iscrizione : 20.12.07

MessaggioTitolo: Re: Principi di base di Tawhid, Fiqh ed Aqidah   Mer Dic 07, 2011 11:41 am

Le note

[1] L' Islam è la Retta Via (Siratul Mustaqim). La prova per questo è il hadith di An-Nuwas bin Sam'an, radiyAllahu anhu, che ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "…e la Via (Sirat) è Islam". [Trasmesso da Ahmad (4/182) ed è un hadith autentico] Così chiunque è fermo su essa (nella Retta Via) sarà – inshaAllah – fermo sul Ponte (Sirat) che sarà esposto sopra il Fuoco dell' Inferno. La prova per questo è la dichiarazione di Allah: "Nessuno di voi mancherà di passarvi: ciò è fermamente stabilito dal tuo Signore. Salveremo coloro che Ci hanno temuto e lasceremo gli ingiusti in ginocchio". [Maryam: 71-72]

Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "…L'attendibilità e la parentela saranno portate e così prenderanno il loro posto accanto al Ponte – sulla destra e la sinistra di esso. I primi fra voi passeranno su di esso come un fulmine, poi come il vento, poi come un uccello. E l'accelerazione degli uomini (sopra il Ponte) sarà conformemente alle loro azioni… (E le persone continueranno a passare) finché le azioni dei servi falliranno nella forza…sui lati del Ponte ci sono dei ganci che sono sospesi e pronti a catturare chiunque che essi sono ordinati a catturare. Dunque ci saranno alcuni che usciranno graffiati ma risparmiati, ed alcuni che saranno ammucchiati nel Fuoco dell' Inferno". [Muslim]

Bukhari ha riferito da Abu Sa’id Al-Khudri, radiyAllahu anhu, che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Il Ponte sarà portato avanti (nel Giorno del Giudizio) e disposto sopra il Fuoco dell' Inferno". Abbiamo detto: "O Messaggero di Allah, che cosa è il Ponte ?" Lui disse: "È una piattaforma estremamente scivolosa che ha dei ganci e delle spine…così ci saranno musulmani che si salveranno, ci saranno che si graffieranno ma si salveranno e ci saranno che cadranno nel mucchio del Fuoco dell' Inferno".

[2] Nell'ultima parte di questo versetto, come pure nel versetto seguente: "E temete il Fuoco che è stato preparato per i miscredenti". [Âl 'Imrân: 131] e "Affrettatevi al perdono del vostro Signore e al Giardino vasto come i cieli e la terra che è preparato per i timorati". [Âl 'Imrân: 133] è la prova che sia il Paradiso che il Fuoco dell' Inferno sono già esistenti oggi.

[3] Non vi è alcuna differenza tra la sentenza (1) su uno che offende il nostro Profeta Muhammad o qualunque tra gli altri Profeti e Messaggeri, sia dagli esseri umani o dagli angeli, e (2) uno che mostra inimicizia nei loro confronti o anche solo su uno dei loro. La prova per questo è la dichiarazione di Allah: "Allah sceglie messaggeri tra gli angeli e tra gli uomini". [Al-Hajj: 75] Ed Allah dice: "Non facciamo differenza alcuna tra i Suoi Messaggeri". [Al-Baqara: 285] Ed Allah dice: "non facciamo differenza alcuna tra di loro". [Al-Baqara: 136] Ed Allah dice: "chi è nemico di Allah e dei Suoi Angeli e dei Suoi messaggeri e di Gabriele e di Michele, ebbene [sappia che] Allah è il nemico dei miscredenti". [Al-Baqara: 98]

[4] Il hadith è autentico dal Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam. Non ho trovato nessuna critica solida nei suoi confronti. Questo è quanto Imam Muslim ha citato in "At-Tamyiz", l'accordo unanime dei sapienti sul fatto che Hammad bin Salamah è il più autentico nel trasmettere da Thabit. Yahya bin Ma'in ha detto: "Chiunque contraddice Hammad in ciò che ha riferito da Thabit, allora la precedenza viene data alla trasmissione di Hammad".

[5] Questo hadith mostra che le persone hanno cercato di avvicinarsi verso Allah tramite la preghiera della migliore creatura (il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam). Loro non si sederono nelle loro case e dire: "Ti chiediamo tramite l'onore del Suo Profeta" o "tramite il diritto che ha il Suo Profeta". Se questa cosa fosse legiferata nella Religione, l'avrebbero fatto. Ma nessuno di loro fece una cosa simile, sia quando loro erano in vita sia dopo la loro morte. 'Umar Ibnul-Khattab, radiyAllahu anhu, ha pregato per la pioggia dopo la morte del Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam. Ad 'Abbas era chiesto di invocare Allah per le persone, perché era un uomo giusto ed anziano. È chiaramente dichiarato in Fat'h-ul- Bari (3/150) che 'Abbas ha supplicato Allah (per la pioggia). Quindi, se fosse che cercavano di avvicinarsi ad Allah tramite il suo status, essi avrebbero fatto così con lo status del Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, mentre era vivo, perché era di un status maggiore. Tuttavia non hanno fatto questo.

Anche Mu’awiyah, radiyAllahu anhu, ha pregato per la pioggia e dopo disse: "O Allah, ti supplichiamo oggi con il migliore e il più virtuoso tra noi. O Allah, ti supplichiamo oggi con Yazid Ibnul-Aswad al-Jarshi. O Yazid! Alza le mani e supplica Allah". Allora egli alzò le mani e la gente alzarono le loro mani, ed Allah mandò giù la pioggia a loro tanto che le persone fecero fatica a raggiungere le loro case". [Trasmesso da Ibn 'Asakir (65/112- 113) con una catena autentica di narrazione; Vedi inoltre il libro "at-Tawassul" del grande sapiente Al-Albani (pag. 45)]


(continua coi principi del Fiqh…)
Ismail Albani is offline Report Post Reply With Quote

_________________
FORUM-ISLAMICO
Tornare in alto Andare in basso
http://islaminitalia.forum-2007.com
Admin
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 521
Reputazione : 0
Punti : 1192
Data d'iscrizione : 20.12.07

MessaggioTitolo: Re: Principi di base di Tawhid, Fiqh ed Aqidah   Mer Dic 07, 2011 11:41 am

Principi di base di Fiqh

[50] Ogni atto di culto deve avere l'intenzione (niyyah) attaccato ad esso. Il posto dell'intenzione è il cuore. La prova per questo è il hadith riferito da 'Umar Ibnul-Khattab, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "In verità, le azioni valgono secondo le intenzioni". [Bukhari e Muslim]

[51] Dire l'intenzione verbalmente è un'innovazione. La prova per questo è il hadith di 'A’ishah, radiyAllahu anha, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Chiunque introduce nella nostra questione (cioè nella Sunnah) una cosa che non fa parte di essa, gli sarà respinta". [Bukhari e Muslim]

[52] Se qualcuno ti chiede: "Che cosa è un'innovazione ?"

Dì: È un atto che è stato introdotto dopo la morte del Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, con l'intenzione di essere usato come forma di culto, ma sul quale non vi è alcuna prova dal Libro o dalla Sunnah.

[b][u][53] Allah ha creato l'acqua come una purificazione che viene utilizzato per pulire sporcizia e rifiuti. La prova per questo è il detto di Allah:

"e facciamo scendere dal cielo un'acqua pura". [Al-Furqân: 48]

Ed Allah dice:

"Fece scendere su di voi acqua dal cielo, per purificarvi". [Al-'Anfâl: 11]

[54] Cosa si dovrebbe dire prima di entrare in bagno ?"

Anas bin Malik, radiyAllahu anhu, ha riferito che quando il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, entrava in bagno, diceva: "Allâhumma innî a'udhu bika minal-khubuthi wal-khabâ'ith". [6] [Bukhari e Muslim]

[55] Dall'educazione del compimento dei bisogni è:

Salman Al-Farisi, radiyAllahu anhu, ha riferito che gli avevano detto una volta: "Il vostro Profeta vi ha insegnato ogni cosa, persino come defecare?". Lui rispose: "Sì, ci ha vietati di voltarsi verso la Qiblah quando dobbiamo defecare o urinare, e di pulire le parti intime con la mano sinistra, e di pulirsi con meno di tre pietre". [Muslim]

[56] La Preghiera non è valida senza il wudu (l'abluzione). La prova per questo è il hadith di Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "La preghiera di uno che ha compiuto il bisogno non è accettata finché esegua il wudu". [Bukhari e Muslim]
Ibn 'Umar, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "La preghiera non è accettata senza la purificazione". [Muslim]

[57] Le parti del corpo che si devono lavare durante il wudu, sono:

(1) Il volto, che include la sciacquatura della bocca e l'inalazione dell'acqua nel naso e poi l'uscita dell'acqua (2) Le mani, che si lavano fino ai gomiti (3) La testa, si passano sopra le mani bagnate (4) I piedi, che devono essere lavate fino alle caviglie.
La prova per questo è il detto di Allah:

"Quando vi levate per la preghiera, lavatevi il volto, le mani [e gli avambracci] fino ai gomiti, passate le mani bagnate sulla testa e lavate i piedi fino alle caviglie". [Al-Mâ'ida: 6]

Ed in un hadith, 'Abdullah bin 'Amr, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Guai alle caviglie dal Fuoco dell' Inferno". [Bukhari e Muslim]

[58] Il wudu si inizia col lato destro e si lavano le parti del corpo completamente. La prova per questo è il hadith di Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, in cui si riferisce: "Il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, lavò la mano destra fino al gomito interamente, e poi lavò la mano sinistra fino al gomito. Poi pulì la sua testa. Poi lavò il piede destro interamente fino a che non raggiungesse lo stinco. Poi lavò il piede sinistro interamente fino a che non raggiungesse lo stinco. E disse: "Verrete con fronti e piedi luminosi nel Giorno del Giudizio dovuto alle tracce del wudu". [Muslim]

E' stato autenticamente trasmesso anche nella Sunan di Abu Dawud dal hadith di Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: “Quando vi vestite ed effettuate il wudu, allora iniziate con la vostra destra".

[59] La migliore descrizione del wudu del Messaggero di Allah.

1. Lui lavava le mani tre volte. 2. Poi risciacquava la bocca con l'acqua ed inalava l'acqua nel naso poi lo faceva uscire. Combinava entrambi queste, risciacquava la bocca ed il naso con un pugno di acqua, facendo ciò tre volte. 3. Poi lavava il volto tre volte. 4. Poi lavava le mani tre volte interamente fino ai gomiti al punto che raggiungeva la parte superiore del braccio. 5. Poi passava sulla testa le mani bagnate, non superando una manciata di acqua, una volta. Iniziava col davanti della testa e scivolava le mani all'indietro fino alla nuca. 6. Poi riportava entrambe le mani di nuovo laddove aveva cominciato (cioè davanti alla testa); 7. Poi lavava entrambi i piedi tre volte fino alle caviglie al punto che raggiungeva lo stinco.

Tutto questo è stato autenticamente riferito nel hadith di 'Uthman che è stato raccolto da Bukhari e Muslim. Le addizioni che sono state incluse in questa descrizione sono trasmesse da altri ahadith autentici.
È raccomandato usare lo Siwak prima di pregare. La prova per questo è il hadith di Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Se non fosse che stessi rendendo le cose difficili per la mia Ummah, avrei ordinato a loro di usare lo Siwak in ogni preghiera". [Bukhari e Muslim]

[60] Chiunque indossa la khuffa o i calzini mentre è nello stato di wudu, è permesso di passare la mano inumidita sopra di esse (invece di toglierli e lavare i piedi). Se si tratta di un residente della città, potrebbe passare la mano inumidita sopra di esse per un giorno e notte. E se è in viaggio, potrebbe passare la mano inumidita sopra di esse per tre giorni e notti.
La prova per questo è il hadith di Abu Bakrah, radiyAllahu anhu, in cui ha riferito che: "Il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha consentito al viaggiatore – se esegue il wudu ed indossa dei calzini, poi invalida il suo wudu – di passare la mano inumidita sopra i calzini per tre giorni e notti. Ed ha consentito al residente per un giorno e notte". [Trasmesso da Ibn Majah ed è un hadith buono (hasan) con il sostegno di altre testimonianze che lo rendono autentico]

Il passaggio della mano inumidita deve essere eseguito sopra le cime dei calzini. La prova per questo è il hadith di 'Ali bin Abi Talib, radiyAllahu anhu, in cui ha detto: "Ho visto il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, passare la mano inumidita sopra la parte superiore dei suoi calzini". [Trasmesso da Abu Dawud, ed è autentico]

[61] Se il tempo per la preghiera entra e lei non può trovare l'acqua, allora esegue il tayammum. La prova per questo è il detto di Allah:

"…non trovate acqua, fate la lustrazione con terra pulita, passandola sul volto e sugli avambracci". [Al-Mâ'ida: 6]

Le parole: "terra pulita" significa la terra del suolo. La prova per questo è il hadith di Hudhayfah, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Tutto il suolo è stato reso un luogo di preghiera per noi. E la sua terra è stata resa pura se non possiamo trovare acqua". [Muslim]

[62] Quando si è terminato di eseguire il wudu, dire: "Ash-hadu an lâ ilâha il-lAllâh wa ash-hadu anna Muhammadan 'abduhu wa rasûluh". La prova per questo è il hadith di 'Umar Ibnul-Khattab, radiyAllahu anhu, in cui il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Non vi è nessuno tra di voi che esegue il wudu, e lo esegue correttamente, poi dice: "Ash-hadu an lâ ilâha il-lAllâh wa ash-hadu anna Muhammadan 'abduhu wa rasûluh", tranne che le otto porte del Paradiso si apriranno per lui, e lui potrebbe entrare da qualunque porta che desidera". [Muslim]

[63] Gli invalidatori del wudu:

1. Qualunque cosa che esce dalla parte anteriore o posteriore delle parti intime: La prova per questo è il hadith di Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "La preghiera di uno che ha compiuto il bisogno non è accettato finché esegua il wudu".

2/3. Il sonno profondo e l'impurità maggiore: La prova per questo è il hadith di Safwan bin 'Assal, radiyAllahu anhu, in cui ha detto: "Il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, ci ha ordinati quando viaggiamo di non togliere i calzini per tre giorni e notti tranne nel caso di Janabah (l'impurità maggiore). Tuttavia, (potremmo agire in tal modo) per le feci, l'urina ed il sonno". [Trasmesso da At-Tirmidhi ed è un hadith buono]

Il sonno dei profeti non invalida il loro wudu. Questo è dovuto al hadith di Anas bin Malik, radiyAllahu anhu, riferito da Bukhari nella sua Collezione dei Sahih dove il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: “Gli occhi dei profeti dormono ma non i loro cuori". Si tratta di una speciale caratteristica applicata solo a loro.

4. Toccare le parti intime: La prova per questo è il hadith di Basrah bint Safwan, radiyAllahu anhu, che ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Chiunque tocca il suo pene non dovrebbe pregare finché esegua il wudu". [Trasmesso da At-Tirmidhi ed è un hadith buono]
Il hadith è autentico secondo le altre narrazioni che lo sostengono trovate da Ahmad e secondo gli altri dal rapporto di 'Abdullah bin 'Amr, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Qualunque uomo che tocca il suo pene, deve eseguire il wudu. E qualunque donna che tocca la sua vagina deve eseguire il wudu".

5. Mangiare la carne del cammello: La prova per questo è il hadith di Jabir bin Samurah, radiyAllahu anhu, in cui un uomo venne una volta dal Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, e li chiese: "Devo eseguire il wudu a causa della (mangiare) carne del cammello ?" Egli, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Sì". [Muslim]

6. L'apostasia: L'apostasia dalla Religione invalida l'abluzione (il wudu) e l'Islam. La prova per questo è il detto di Allah:

"Coloro che sono miscredenti vanificano le opere loro e nell'altra vita saranno tra i perdenti". [Al-Mâ'ida: 5]

7. La perdita della capacità mentale: Questo è dovuto a causa di infermità mentale, lo svenimento, l'ubriachezza o le situazioni simili a questo come quando uno prende i farmaci che lo inducono a perdere i suoi sensi. I sapienti hanno unanimemente convenuto che il wudu è invalidato a causa di questo.

[64] Al musulmano è chiesto di pregare le cinque preghiere obbligatorie ogni giorno e notte. La prova per questo è il hadith di Talhah bin 'Ubaydillah, radiyAllahu anhu, in cui ha riferito che un beduino chiese al Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, sull' Islam. Dunque il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, disse: "Cinque preghiere ogni giorno e notte". [Bukhari e Muslim]

Se qualcuno ti chiede: "Quante unità di preghiera (rak’ah) sono in queste cinque preghiere ?"

Dì: (Totale) Sono diciassette unità di preghiera. La Preghiera di Dhuhr ha quattro unità (rak’ah).La Preghiera dell' Asr ha quattro unità. La Preghiera del Maghrib ha tre unità. La Preghiera dell' Isha ha quattro unità e la Preghiera della mattina (Fajr) ha due unità.
Mentre quando sei in viaggio, il Dhuhr, l' Asr e la Preghiere dell' Isha sono accorciate a due unità, rendendo così il totale undici unità complessivamente.

[65] L' Adhan deve essere chiamato in ogni preghiera al suo tempo prescritto. La prova per questo è il hadith di Malik bin Al-Huwairith, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Quando il tempo della preghiera entra, allora uno di voi dovrebbe chiamare l'Adhan ed il più vecchio tra voi dovrebbe condurre la preghiera". [Bukhari e Muslim]

[66] Chiunque sente l'Adhan dovrebbe ripetere ciò che il Mu’adhdhin dice. La prova per questo è il hadith di Abu Sa’id Al-Khudri, radiyAllahu anhu, in cui il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Quando sentite la Chiamata (alla Preghiera), dite le stesse cose che il Mu’adhdhin dice". [Bukhari e Muslim]

[67] Quando vi alzate per pregare, voltatevi verso la Qiblah. La prova per questo è il detto di Allah:

"Ebbene, ti daremo un orientamento che ti piacerà. Volgiti dunque verso la Sacra Moschea. Ovunque siate, rivolgete il volto nella sua direzione". [Al-Baqara: 144]

[b][u][68] Il sollevamento delle mani nella preghiera accade in quattro casi: La prova per questo è il hadith di 'Abdullah bin 'Umar, radiyAllahu anhu, in cui ha riferito che: "Quando il Profeta iniziava la preghiera, diceva "Allahu Akbar" ed alzava le mani fino alle spalle. E quando inclinava, alzava le mani. Quando diceva "Sami'a-Allâhu liman hamidah" alzava le mani. (E quando si alzava dopo aver eseguito due rak’ah, alzava le mani). 'Ibn 'Umar faceva così". [Bukhari e Muslim]

Quanto alla parte (nella parentesi) dove il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, alzava le mani quando si alzava per il terzo rak’ah, ciò è trasmesso solo da Bukhari.

[69] L'invocazione più autentica per iniziare la preghiera dopo aver detto il takbir (Allahu Akbar) di apertura, è quella che è stato riferito nel hadith di Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, dove ha detto: "Quando il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, diceva il takbir di apertura nella preghiera, rimaneva in silenzio per un po' prima di recitare dal Corano. Quando è stato chiesto riguardo a cosa diceva (durante quella pausa), rispose: "Dico: O Allah! Metta una grande distanza tra me e i miei peccati proprio come hai messo una grande distanza tra l'est e l'ovest. O Allah! Purificami dai miei peccati proprio come un indumento bianco è pulito dalle impurità. O Allah! Lava i miei peccati con pioggia, ghiaccio e neve". [Bukhari e Muslim]

[70] Prima di recitare la Surah Al-Fâtiha, cerca rifugio in Allah contro Satana il lapidato, e invoca il Nome di Allah a bassa voce. La prova per questo è il detto di Allah:

"Quando leggi il Corano, cerca rifugio in Allah contro Satana il lapidato". [An-Nahl: 98]

Anas bin Malik, radiyAllahu anhu, ha riferito che: "Il Profeta, Abu Bakr e 'Umar aprivano la loro preghiera recitando "Al-Hamdulillâhi Rabbil-'Âlamîn" ad alta voce". [Bukhari e Muslim]
Ed in un'altra narrazione, si dice: "Loro non dicevano "Bismillâhir-Rahmânir-Rahîm" ad alta voce". [Trasmesso da Ahmad (3/179) e An-Nasa'i (2/135) con una catena autentica di trasmissione]

[71] Dopo aver detto "A'ûdhu billâhi minash-shaytânir-rajîm" e "Bismillâhir-Rahmânir-Rahîm", recita la Surah Al-Fâtiha. La prova per questo è il hadith di Ubadah bin Samit, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Non c'è preghiera per chi non recita il capitolo di apertura del Libro (cioè la Surah Al-Fâtiha)”. [Bukhari e Muslim]

[72] La Preghiera deve essere condotta con tranquillità e rilassamento. La prova per questo è il hadith di Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto all'uomo che pregò male: "Quando ti alzi per pregare, dì Allahu Akbar, poi recita dal Corano ciò che è facile per lei. Poi inclina finché sei in stato di tranquillità in esso. Poi raddrizzati (dall'inclinazione) stando diritto in piedi. Poi prostrati finché ti senti tranquillo nella tua prostrazione. E fai così in tutte le preghiere". [Bukhari e Muslim]

[73] Dovrebbe scendere nella prostrazione con le mani. La prova per questo è il hadith di Al-Bara' bin 'Azib, radiyAllahu anhu, in cui ha detto: "Quando il Messaggero di Allah diceva: "Sami'a-Allâhu liman hamidah", nessuno di noi piegava la schiena finché il Profeta scendeva nella prostrazione. Poi scendevamo nella prostrazione dopo di lui". [Bukhari e Muslim]
"Piegare la schiena" accade soltanto quando uno scende verso il suolo con le sue mani (per prima).

[74] Le Parole (dhikr) nell'inclinazione e nella prostrazione: Hudhayfah, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, quando inclinava, diceva: "Subhâna Rabbi-yal 'Adhîm" e quando si prostrava: "Subhâna Rabbi-yal A'alâ". [Trasmesso da Muslim (nr. 772)]

Il minimo che queste parole dovrebbero essere dette è tre volte, sia nell'inclinazione che nella prostrazione. Questo è stato autenticamente riferito dal Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, tramite vari percorsi di narrazione.

Il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, diceva molte più parole di ricordo (dhikr) mentre era nella posizione inchinato. E diceva molte suppliche mentre era nella posizione prostrato, dopo aver detto il sopraccennato: "Subhâna Rabbi-yal A'lâ".

La prova per questo è il hadith di Ibn 'Abbas, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: “Per quanto riguarda la posizione dell'inclinazione, allora glorifichi il Signore in esso. E per quanto riguarda la posizione della prostrazione, allora fai molte suppliche in esso, perché è il luogo in cui molto probabilmente sarà risposto". [Muslim]

[75] Il Tashahhud nella Preghiera: Il modo più autentico di eseguire il Tashahhud può essere trovato nel hadith di Ibn Mas’ud, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Così, quando uno di voi si siede nella preghiera, dovrebbe dire: "At-tahiyyâtu lillâhi, was-salâwâtu wat-tayyibâtu. As-salâmu 'alayka ayyuhân-nabiyyu, wa rahmatullâhi wa barakâtuhu. As-salâmu 'alayna wa 'ala 'ibâdillâh-is-sâlihîn. Ash-hadu an lâ ilâha illAllâh wa ash-hadu anna Muhammadan 'abduhu wa rasûluh” [Bukhari e Muslim]

[76] La descrizione della seduta nella preghiera e puntare il dito nel Tashahhud: Ciò si trova nel hadith di 'Abdullah bin az-Zubayr, radiyAllahu anhu, in cui ha dichiarato: "Quando il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, si sedeva nella preghiera, poneva la mano destra sopra la coscia destra e la mano sinistra sopra la coscia sinistra. E puntava col suo indice". [Muslim]

[77] Inviare Salat sul Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam. Questo accade dopo il Tashahhud. La prova per questo è il hadith di Fadalah bin 'Ubayd, radiyAllahu anhu, in cui ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Quando uno di voi prega, allora dovrebbe iniziare lodando il suo Signore, Subhanuhu wa Ta'ala, ed esaltando Lui. Poi dovrebbe inviare Salat sul Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam. Poi dovrebbe supplicare su ciò che desidera". [Trasmesso da Abu Dawud, ed è un hadith autentico]

Il modo migliore di inviare Salat sul Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, si trova in ciò che Abu Mas’ud Al-Badri ha riferito che Bashir bin Sa'ad, radiyAllahu anhu, ha detto al Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam: "Allah ci ha ordinati di inviare Salat su lei, o Messaggero di Allah. Dunque come si fa ad inviare Salat su di lei ?" Rispose: "Dì: "Allâhumma salli 'ala Muhammadin wa 'ala âli Muhammad, kama sallayta 'ala âli Ibrâhîm. Wa bârik 'ala Muhammadin wa 'ala âli Muhammad, kama bârakta 'ala âli Ibrâhîm fil-'Âlamîn. Innaka Hamîdun Majîd". [Muslim]

[78] Supplicare prima del Taslim: Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Quando uno di voi finisce di fare l'ultimo Tashahhud, dovrebbe cercare rifugio in Allah da quattro cose: Dalla punizione del Fuoco dell'Inferno; dalla punizione della tomba; dalle prove della vita e della morte; e dalla malvagità di Dajjal". [Muslim nr. 588]

[79] Alcune parole di ricordo (l'adhkar) per dormire e svegliarsi: Hudhayfah, radiyAllahu anhu, ha riferito: "Quando il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, voleva dormire, diceva: "Bismika-Allâhumma amûtu wa ahyâ".[7] E quando si svegliava dal sonno, diceva: "Al-Hamdulillâh-il-adhî ahyânâ ba'ada mâ amâtanâ wa ileyhin-nushûr”.[8] [Bukhari]

[80] Dire il nome di Allah prima di cibarsi: La prova per questo è il hadith di 'Umar bin Abi Salamah, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, gli disse: "O ragazzo! Pronuncia il Nome di Allah, mangia con la sua mano destra, e mangia da ciò che è accanto a te". Egli (cioè Abu Salamah) ha detto: "Da allora ho continuato ad attenermi a quelle etichette nel mangiare".

[81] Danneggiare i vicini e gli altri musulmani è Haram (illecito): La prova per questo è il hadith di Ibn 'Amr, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Musulmano è colui che dalla lingua e la sua mano sono sicuri i musulmani". [Bukhari e Muslim]

Se lei vuole entrare in una casa, chiedi permesso e dà il saluto di Salam prima di entrare in essa. La prova per questo è il detto di Allah:

"O voi che credete, non entrate in case che non siano le vostre, senza aver chiesto il permesso e aver salutato la gente [che le abita]". [An-Nûr: 27]

Uno dei Compagni del Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha riferito che il Profeta disse una volta al suo servitore: "Vai da questa persona ed insegna a lui l'educazione di chiedere permesso per entrare. Digli a lui: Dì: As-salamu aleykum, posso entrare ?"
Ed Abu Hurayrah, radiyAllahu anhu, ha riferito che il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "…Diffondete il (saluto di) Salam tra di voi". [Muslim]

[82] Dovrebbe aggrapparsi all'onestà perché veramente essa conduce al Paradiso. La prova per questo è il hadith di Ibn Mas’ud, radiyAllahu anhu, in cui il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "In verità, l'onestà conduce alla benevolenza e la benevolenza conduce al Paradiso. Ed in verità, la disonestà conduce alla cattiveria, e la cattiveria conduce al Fuoco dell'Inferno".[Bukhari e Muslim]

[83] E' obbligatorio obbedire ai genitori, perché Allah ha ordinato per fare questo, in cui Egli ha detto:

"Il tuo Signore ha decretato di non adorare altri che Lui e di trattare bene i vostri genitori". [Al Isrâ': 23]

[84] Fa attenzione a non imitare i miscredenti, perché veramente il Profeta, sallAllahu aleyhi wa sallam, ha detto: "Chiunque imita un popolo, allora è uno di loro". [Trasmesso da Ahmad e dagli altri dal hadith di Ibn 'Umar, radiyAllahu anhu, ed è un hadith hasan]

[85] Espiare i propri peccati da un raduno (o una riunione): 'A’ishah, radiyAllahu anha, ha riferito che quando il Messaggero di Allah, sallAllahu aleyhi wa sallam, si sedeva in un raduno o pregava, lui diceva alcune parole. Così quando 'A’ishah, radiyAllahu anha, li chiese di quelle parole, lui rispose: "Se uno parla alcune buone parole, questo serve come sigillo fino al Giorno del Giudizio. E se parla delle parole che non sono buone, questo serve per espiarlo. (Queste parole sono) : Subhânaka wa bihamdika. Lâ ilâha illâ Anta. Astaghfirullâha wa Atûbu Ileyhi. [9] [Trasmesso da Ahmad, ed è un hadith autentico]

_________________
Le note

[6] N.d.t.: il significato è: "O Allah, in verità, mi rifugio in Te dai jinn maschi e femmine".

[7] N.d.t.: il significato è: "Col Tuo Nome, o Allah, muoio e vivo"

[8] N.d.t.: il significato è: "Ogni lode è per Allah che ci ha dato la vita dopo averci fatto morire e a Lui ritorneremo"

[9] N.d.t.: il significato è: "Glorificato sia Tu, o Allah, e lodato. Testimonio che non vi è alcuna divinità che ha il diritto di essere adorato tranne Lei. Cerco il perdono e mi pento in Lei".

_________________
FORUM-ISLAMICO
Tornare in alto Andare in basso
http://islaminitalia.forum-2007.com
Admin
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 521
Reputazione : 0
Punti : 1192
Data d'iscrizione : 20.12.07

MessaggioTitolo: Re: Principi di base di Tawhid, Fiqh ed Aqidah   Mer Dic 07, 2011 11:42 am

Fonte: al-ibaanah.com

© Copyright Al-Ibaanah Book Publishing, USA
Published On-Line for Free Distribution

First Edition: November 2005
Translated by: Abu Maryam Isma’eel Alarcon

Note: This document is an on-line book publication of www.al-ibaanah.com. This book was formatted and designed specifically for being placed free on the Internet. Al-Ibaanah Book Publishing allows for this document, in its present form and with no alterations, to be distributed, printed, photocopied, reproduced and/or disbursed by electronic means for the purpose of spreading its content and not for the purpose of gaining a profit, unless a specific request is sent to the publishers and permission is granted. Anyone wishing to quote from this document must give credit to the publisher.

About the Book: Before you is a complete translation of the treatise “Al-Mabaadee al-Mufeedah fit-Tawheedi wal-Fiqhi wal-‘Aqeedah” [Basic Principles on the Subjects of Tawheed, Fiqh and ‘Aqeedah] written by Shaikh Yahyaa bin ‘Alee Al-Hajooree, one of the major students of the late Shaikh Muqbil bin Haadee Al-Waadi’ee and his successor in teaching at the institute in Damaaj, Yemen.

This treatise was chosen since it presents basic Islamic principles on fundamental beliefs and practices of the Muslims in an easy-to-follow format. The book is set up in point-by-point and question and answer format, thus making it a very useful and beneficial introductory tool.

In his introduction, the author states that he wrote these points for teaching his children and also as a guide for teaching other young Muslims. It s with this same intention, that this treatise was selected in that it is hoped that this effort can (1) help beginning Muslims to understand the basic concepts of the Islamic Faith; (2) assist Muslim parents in teaching their children the fundamentals of the Religion; and (3) serve as a reference source for Muslims with advanced understanding in gathering evidences and principles.

May Allaah accept this humble effort and enable the above objectives to be fulfilled.

A Publication of
Al-Ibaanah E-Books
__________________________

P.S. un riassunto della biografia (in inglese) di Shaykh Yahya bin ‘Ali Al-Hajuri lo trovate qui.
Ismail Albani is offline Report Post Reply With Quote

_________________
FORUM-ISLAMICO
Tornare in alto Andare in basso
http://islaminitalia.forum-2007.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Principi di base di Tawhid, Fiqh ed Aqidah   

Tornare in alto Andare in basso
 
Principi di base di Tawhid, Fiqh ed Aqidah
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Integratori a base di magnesio ? Vulvodinia.info
» Modulo Caratterizzazione di base del Rifiuto
» Competenze di base nella domanda stage
» temperatura base nube
» Crepes: ricetta base

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum-Islamico :: SPAZIO DI CONOSCENZA E ISTRUZIONE :: ISLAM-
Andare verso: