Forum-Islamico

HADITH DEL PROFETTA S.A.A.S. ALLAH S.T. HA DETTO: O Mie servi! Ho proibito a Me stesso l'oppressione e la proibisco tra di voi.Quindi non opprimetevi lun l'altro.
 
IndicePortaleGalleriaCalendarioFAQCercaRegistratiGruppiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
italislam-online 2
Asmaul Husna i Nomi Di Allah
Calendario Islamico ijra
Orario della preghiera per cità di Milano e d'intorni
Ultimi argomenti
http://my-beautiful-muslim-life.blogspot.com/
Partner
Radio "italislam-online"

Condividere | 
 

 Enciclopedia Semplificata del Fiqh (Giurisprudenza Islamica) (Quarta Parte) Shaykh Husayn bin Awdah al-Awayshah

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 521
Reputazione : 0
Punti : 1192
Data d'iscrizione : 20.12.07

MessaggioTitolo: Enciclopedia Semplificata del Fiqh (Giurisprudenza Islamica) (Quarta Parte) Shaykh Husayn bin Awdah al-Awayshah   Mar Lug 12, 2011 8:25 pm






Enciclopedia Semplificata del Fiqh (Giurisprudenza Islamica) (Quarta Parte)
Shaykh Husayn bin Awdah al-Awayshah


- Cose di cui le Persone hanno l'Impressione che siano Sporche/Impure, ma, in verità Non lo Sono


1. Il Maniy (Lo sperma)

Dagli argomenti che dicono che il maniy è pulito, menzioniamo:

Da 'Aisha - radiAllahu anha - viene trasmesso:
"Pulivo il maniy dai vestiti del Messaggero di Allah strofinando (grattando i vestiti) e lui pregava con quei vestiti."
(Trasmesso da Muslim 288 ed altri)

In un'altra trasmissione:
"Pulivo il maniy dai vestiti del Messaggero di Allah, quando era secco, grattandolo con le unghie."
(Sahih Ibn Huzaymah 290)

Se il maniy fosse sporco/impuro, il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - non avrebbe pregato con quel vestito.

Abu Musa At-Tirmidhi - rahimahullah - per quanto riguarda il grattare, ha detto:
"Cosi hanno detto molti studiosi tra i sahaba (compagni del Profeta, che l'hanno visto almeno una volta quando lui era vivo), i tabi'in (la generazione dopo i sahaba), ed altri studiosi che sono venuti dopo di loro come Sufyan ath Thawri, Shafi'i, Ahmad, Is'hak ecc. Tutti sono del parere che se il maniy cado sul vestito e non viene lavato,grattare/strofinare​ basterebbe."

Nel libro 'Saylu al Jarrar' viene detto:
"E' stato riportato da 'Aisha - radiAllahu anha - che lei puliva il maniy dal vestito del Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - togliendolo con le unghie e lui pregava con quel vestito. Se il maniy fosse impuro, mediante la rivelazione sarebbe stato informato di questo, cosi com'è successo con l'impurità dei sandali, quando lui stava pregando. (Sta parlando del hadith di Abu Said Al Hudriy - radiAllahu anhu - in cui viene riportato:
'Mentre il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - stava pregando con i suoi compagni, lui tolse i sandali e
li mise alla sua sinistra. Quando la gente videro la sua azione, tolsero i loro sandali. Quando il Messaggero di Allah
- sallAllahu 'alayhi wa sallam - finii la preghiera, disse a loro:
"Perché avete tolto i vostri sandali?" Dissero: "Abbiamo visto te mentre toglievi i tuoi sandali e abbiamo fatto cosi
anche noi." Il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - disse: "Jibril è venuto ad avvisarmi che c'era dell’impurità...'
(Riportato da Abu Dawud ed altri. Vedi 'Sahih Sunan Abi Dawud' (605) e 'Al Irwa' (284))

Da 'Aishah - radiAllahu anha - viene trasmesso:
"Quando era secco, pulivo il maniy dai vestiti del Messaggero di Allah grattandolo con le unghie, mentre quand'era umido, lo spazzavo - oppure ha detto: lo lavavo."
Humayda era in dubbio su questo.
(Trasmesso da Abu Awanah, Tahawi cosi come viene citato in 'Al Irwa' (180) Shaykh al-Albani ha detto: 'La catena di trasmissione di questo hadith è esatta secondo le condizioni dei due shaykh (Bukhari e Muslim - che Allah abbia misericordia di loro)')

Al Albani - rahimahullah - ha detto:
"Il dubbio di Humayda riguardo il 'grattare' oppure 'lavare' non fa niente, perché entrambe sono state verificate con altri argomenti."
('Al Irwa' (180))

Da 'Aishah - radiAllahu anha - viene trasmesso:
"Il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - toglieva il maniy dai suoi vestiti usando una scaglia di legno aromatico e lo toglieva dal suo vestito quando era secco."
(Trasmesso da Ahmad ed altri. La catena di questo hadith è 'hasan' buona, cosi come viene menzionato in 'Al Irwa' (180). E' stato riportato anche da Ib Huzaymah nel suo Sahih.)

Da Atau viene trasmesso che Ibn Abas, ha detto riguarda al maniy quando cade sul vestito:
"Toglilo." Un'altro chiese: "Con un pezzo di legno o qualcos'altro?" Rispose: "Nel modo in cui agiresti con la saliva o il muco."
(La catena di trasmissione di questo hadith è esatta ed è conforme alle condizioni dei due shaykh.)

Ha detto anche: "Gli hadith che mostrano che il maniy si deve lavare ci fanno capire che è preferibile che esso venga pulito, e non ci dicono che esso è sporcizia/impurità. Fa parte dell'educazione del Mussulmano di pulirsi da ogni cosa sgradevole, come il muco, la saliva sui vestiti oppure il maniy, però questo non vuol dire che esse sono sporcizie/impurità tali da invalidare la preghiera, se stanno sul vestito o sul corpo..."

Abu Isa - radiAllahu anhu - ha detto:
"E' raccomandato che sul vestito dell'uomo non si notino i segni del maniy."

Shaykhul Islam Ibn Taymiyah - rahimahullah - ha detto:
"Non è stato riportato nessun hadith che mostri che il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - abbia ordinato qualcuno dei sahaba di lavare il maniy dal suo corpo o dai suoi vestiti. Quindi, con piena convinzione diciamo che un'azione simile non è obbligatorio..."
('Al Fatawa' vol. XXI, pag. 605)


2. L'Alcool

Diciamo che l'alcool è puro, basandoci sul principio basilare:
"Le cose originariamente sono pure/pulite."
Non c'è nessun argomento che mostri che l'alcool sia impuro/sporco.
Per quanto riguarda a parola di Allah il Maestoso:
"O voi che credete! In verità il vino, il maysir-il gioco d'azzardo, le pietre idolatriche, le frecce divinatorie sono sozzure (sporche), opere di Satana; evitatele cosicché possiate prosperare." (Al Maidah 5: 90)

Con la parola 'rijsun'/sozzure, sporche, viene espresso in modo figurativo non reale. Se fosse cosi, allora dobbiamo accettare che le pietre idolatriche e le frecce siano sporche, ma questo non è vero.

Il loro divieto non significa che ogni cosa che è haram (proibito nell'Islam) sia anche impura. Se fosse cosi, allora dobbiamo dire che anche le mamme, le figlie, le zie... sono sporche, perché Allah il Maestoso dice:
"Vi è proibito prendere in spose le vostre madri, le vostre figlie, le vostre sorelle, le vostre zie paterne e materne..." (An Nisa 4: 23)

Diciamo cosi anche per il cibo che viene vomitato, che mangiarlo è haram, però esso non è sporco/impuro.

Nel libro "Subuku As-Salam" (vol I, pag 52) viene detto:
"Le cose originariamente sono pure e non è vero che ogni cosa che è harama (vietato mangiarla o farla) debba essere anche impura/sporca."

L'hashish (la marijuana), per esempio, è haram (vietato) fumarlo, però essa non è impuro/sporco. La stessa cosa diciamo anche per tutti i tipi di droga, i veleni mortali e cose simili. Quindi, non è detto che ogni cosa che è haram sia anche un'impurità/sporcizia.

In verità, ogni cosa che è impura è haram (vietato, proibito) ma non il viceversa...

Un'altro esempio è il divieto di indossare la seta e l'abbellimento con l'oro per gli uomini. Entrambe sono haram, però esse non sono impure. Questo con l'approvazione di tutti i studiosi dell'ummah (popolazione Islamica)."

Nel libro "Saylu al Jarrar" (Vol I, pag 35) viene detto:
"Per quanto riguarda le bevande alcoliche non c'è nessun argomento che dica che esse sono sporche/impurità..."

In seguito, l'autore evidenzia che con la parola 'rijsun'/sozzure, sporche, viene inteso che esse siano haram (proibite) ma non che siano sporche, e la posizione di questa parola nella frase dimostra questo.


3. Il Sangue, tranne il Sangue delle Mestruazioni e del Parto, poiché queste ultime due sono sporche/impure

Abbiamo menzionato prima, nel tema che parlava delle impurità, che il sangue delle mestruazioni è sporco. Altrettanto quello del parto. A parte questi due tipi, il sangue delle persone e degli animali, la cui carne la possiamo mangiare, è puro/pulito, perché come abbiamo menzionato prima e lo ripetiamo di nuovo: le cose originariamente sono pure. Non lasciamo questo principio finche non troviamo un argomento autentico che mostri l'impurità la sporcizia di queste cose.

Tra gli argomenti che dimostrano che il sangue è puro/pulito, c'è l'hadith del sahaba (compagno del Profeta - sallAllahu alayhi wa sallam) che mentre stava pregando, qualcuno tra i pagani (idolatri) l'ha colpito con la freccia ed il sangue iniziò a scorrere, mentre lui non lasciò la preghiera, finché la terminò. Questo è successo nella guerra "Dhati Rrika'a".
(E' stato riportato da Abu Dawud ed altri da Jabir - radiAllahu anhu - con catena i trasmissione hasan (buona). 'As Sahiha' (300))

Al Hasan ha detto:
"I Mussulmani pregavano anche quando erano sanguinati (feriti)..."
(Riportato da Bukhari mualakan)

Da Muhama ibn Sirin, da Yahya al Jazzar, viene trasmesso:
"Ibn Mas'ud ha pregato mentre nella sua pancia c'era del sangue di cammello che aveva macellato e non ha fatto il wudu (l'abluzione minore)."
(Trasmesso da Abdurrazak in 'Al Musanaff' (vol II, pag. 51) ed altri oltre a lui. La catena di trasmissione è esatta, come viene menzionato in 'As Sahiha' (300))

Coloro che dicono che il sangue è sporco, usano come argomento il versetto del Corano, che mostra che esso è haram. Quindi, allo stesso modo come con l'alcool. Noi abbiamo detto e lo ripetiamo, che non è detto che ogni cosa che è haram sia anche impura/sporca, mentre il viceversa è vero; ovvero ogni cosa che è impura è haram.

Shaykh al-Albani - rahimahullah - ha detto:
"Non conosciamo argomenti che dicono che il sangue sia impuro, tranne quello delle mestruazioni."
('As Sahiha' (301))


4. L'Urina e gli Escrementi degli Animali la cui Carne viene Mangiata

Da Ansa - radiAllahu anhu - viene trasmesso:
"A Madina è venuta una delegazione da Ukli o da Uraynah, che si ammalò dal clima di Madina. Il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ordinò a loro di andare vicino a dei piccoli cammelli e di bere dal loro urina e dal loro latte. Loro andarono e cosi fecero. Però, quando si guarirono, ammazzarono il pastore del Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - presero la gregge e andarono via. Presto, all'alba, la notizia di ciò che era successo arrivò al Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam. Lui mandò delle persone ad inseguire le loro tracce e, quando il sole si era alzato in alto, li portarono d'avanti a lui. Lui ordinò di tagliare le loro mani e le loro gambe e di accecarli. Poi li lasciarono in una valle, dove cercavano di bere e nessuno li dava (da bere)."

Abu Kilabah ha detto:
"Loro hanno rubato, hanno ammazzato, hanno negato dopo aver creduto e hanno combattuto Allah e il Suo Messaggero - sallAllahu 'alayhi wa sallam."
(Bukhari 233 e Muslim 1671)

Imam Abu al-barakat ibn at Taymiya -rahimahullah - ha detto:
"Siccome a loro è stato dato il permesso per questo e soprattutto si sapeva che erano giovani nella religione, non sapevano molte delle sue disposizioni (dell'Islam), e senza mettere qualche limitazione, nemmeno per lavare la bocca prima di fare la preghiera, oppure qualcosa di simile, mentre era una loro abitudine quella di curarsi con l'urina dei cammelli, questo argomenta in modo convincente il madh'hab di coloro che dicono che l'urina dei cammelli non è sporca."
(Naylu al Autar (Vol I, pag 62))

Lui - rahimahullah - ha detto anche:
"Il permesso di curarsi con essa, è un argomento che verifica la sua purezza. Quindi, l'urina del cammello e ogni cosa che viene associata ad essa, è pulita/pura."
(Naylu al Autar (Vol I, pag 60))

Lui - rahimahullah - ha detto anche:
"Ciò che viene fuori è che l'urina e gli escrementi di tutti gli animali la cui carne viene mangiata sono pulite. Questo basandoci su fatto che le cose originariamente sono pure, e non diciamo per nessuna cosa che essa è sporca/impura, finché non abbiamo un argomento chiaro. Quando giudichi su qualcosa che essa sia sporca/impura, questo significa che hai a che fare con un giudizio della Sharia'ah (legislazione Islamica), giudizio che lo allontanerebbe dal principio basilare della purezza. Quindi, non accettiamo la parola di nessuno che dice che qualcosa sia sporca/impura, tranne quando questa parola viene accompagnata con un argomento convincente, valido per allontanarlo dal principio basilare della purezza. Riguardo della vicenda sopra menzionato, non abbiamo trovato nessun argomento che verifichi la loro sporcizia/impurità..."
(Naylu al Autar (Vol I, pag 61))

Questo hadith è stato usato da coloro che sostengono che l'urina degli animali la cui carne viene mangiata, sia pulita/pura.

Un'altro argomento è la parola di Ibn Mas'ud:
"Allah non ha fatto la vostra guarigione nelle cose che vi ha reso haram."
(Shaykh al-Albani - rahimahullah - in 'As Sahiha' nr (1633) ha detto: La catena di trasmissione di questo hadith è sahih (esatta).)

Il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto:
"Pregate nella gregge degli animali ma non in quella dei cammelli."

In altre trasmissioni viene trasmesso:
"Perché esse sono create dai diavoli."
(Sahih sunan Ibn Majah (623), 'Al Irwa' (176))

Nel libro voluminoso "Al Fatawa", Ibn Taymiya - rahimahullah - è stato chiesto riguardo l'urna degli animali la cui carne viene mangiata, se fosse impura o no, e lui ha risposto:
"Per quanto riguarda l'urina degli animali la cui carne viene mangiata e dei loro escrementi, la maggioranza dei salaf (i pii predecessori) sono dell'opinione che esse non siano impure/sporche. Tale è l'opinione di Madhhab Malik, Ahmad ed altri oltre a loro. Inoltre, si dice che nessuno dei sahaba abbia detto che esse siano sporche, ma questa parola è uscita dopo. Noi abbiamo analizzato ampiamente questo tema in un libro speciale ed abbiamo citato dieci ed alcuni altri argomenti dalla Shari'ah, che verificano che esse non siano impure. Al contrario, coloro che pretendono che siano impure/sporcizie, non possiedono nemmeno un argomento."
('Al Fatawa' Vol XXI, pag 613)

Ibn Abas - radiAllahu anhu - ha detto:
"Il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha fatto il tawaf stando sul cammello."
(Riportato da Bukhari mualakan)


5. Il Vomito delle Persone

"Le cose originariamente sono pure." Noi non ci allontaniamo da questo principio, finché abbiamo degli argomenti chiari e non c'è nessun argomento che ci mostri che il vomito sia impuro.

Ash Shaukani - rahimahullah - nel libro "As Saylu al Jarrarr" (vol I, pag 43) ha detto:
"Abbiamo menzionato all'inizio, quando abbiamo parlato nel capitolo della pulizia che: "Le cose originariamente sono pure" e non rinunciamo a questo principio finché troviamo un argomento chiaro, esatto, valido per abrogare il giudizio precedente. Se troviamo un argomento, allora facciamo cosi (seguiamo l'argomento), però, se non abbiamo un argomento esatto, diciamo a colui che pretende che sia impuro: 'Tu stai dicendo che Allah il Maestoso l'ha fatto impura questa cosa, e che si deve fare tutto il possibile per allontanarla dal corpo e/o dai vestiti dell'uomo in qualsiasi maniera e che, se qualcuno prega con questi vestiti (che si sono sporcati), la sua preghiera non viene accettata. Porta, quindi, un argomento per ciò che stai dicendo.' "

Inoltre, lui - rahimahullah - quando ha parlato delle impurità nel suo libro "Ad Duraru al Bahiyah" non ha menzionato il vomito tra le cose impure/sporche.

Shaykh al Albani - rahimahullah - nel suo libro "Tamamu al Minah" (pag 54), dice che non è del pensiero che il vomito faccia parte delle impurità.


6. Il Sudore del Junub (colui che ha avuto rapporti sessuali, o che ha eiaculato) e il Sudore della Donna Durante il Periodo delle Mestruazioni

Da Abu Hurayra - radiAllahu anhu - viene trasmesso:
"Un giorno quando lui era Junub, incontrò il messaggero di Allah in uno dei vicoli di Madina. Abu Hurayra si allontanò da lui, fece il ghusl (abluzione maggiore) e ritornò.
- Dov'eri o Abu Hirr? - disse il messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam.
- O Messaggero di Allah, ero junub e non volevo stare nella tua compagnia mentre ero impuro.
- SubhanAllah! O Abu Hirr, il credente non diventa impuro. - rispose il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam."
(Riportato da Bukhari 285 e Muslim 371)


7. Gli animali (insetti) che non hanno sangue che scorre

Qui fanno parte le formiche, le mosche, i ragni, ed altri simili a questi.

Anche qui ci basiamo sul principio che: "Le cose originariamente sono pure."

Inoltre, menzioniamo l'hadith:
"Se la mosca cade nel recipiente di qualcuno di voi, che lo immerga nel recipiente e poi lo getti via, perché, in verità, in una delle ali essa ha la malattia mentre nell'altro il medicinale."
(Riportato da Bukhari 5782)

Se la mosca fosse impura/sporca, verremmo ordinati di gettare il cibo. Tra i studiosi che hanno detto che gli animali morti (gli insetti) che non hanno sangue che scorre, sono puliti, menzioniamo:
"Abu Albarakat Majdu ad Din ibn At Taymiya, nel libro "Muntaka al Akhbar", Ash Shaukani nel libro "Naylu al Autar" (vol I, pag 68) e As San'an nel libro "Subulu as Salam" (vol I, pag 36)"



- L'Allontanamento delle Impurità/Sporcizie


I. Qual'è il Giudizio sulla Rimozione delle Impurità?

La rimozione delle impurità è un obbligo religioso (fard).
Ibn Hazm - rahimahullah - ha detto:
"La rimozione delle impurità e di quelle cose per cui Allah il Maestoso ha ordinato, è un obbligo religioso (fard)."

Lui - rahimahullah - ha detto:
"Per ogni cosa su cui è arrivato un testo dal Corano oppure Allah il Maestoso l'ha ordinato mediante la lingua del Suo Messaggero - sallAllahu 'alayhi wa sallam - che qualcosa sia proibita a noi, oppure che ci dobbiamo pulire da qualcosa, lavarci o fare il mas'h (pulirsi col suolo), tutte queste sono obbligatorie, perché l'obbedienza ad Allah ed al Suo Messaggero è un obbligo religioso (fard), e non c'è dubbio che colui che si oppone, è un tirano (peccatore, ingiusto)."
('Al Mahal-la', Vicenda nr. 120)


II. Un Principio Basilare riguardo la Pulizia delle Impurità/Sporcizie

Nel libro 'Saylu al Jarrarr' (vol I, pag 42) viene citato:
"Per quanto riguarda la pulizia delle impurità, in questo caso è necessario seguire l'argomento con puntualità. Se è venuto un argomento che ci mostra che bisogna lavarsi, finché non rimanga odore, colore o sapore dell'impurità, allora diciamo che questo è l'unico modo con il quale si fa la pulizia."

Se l'argomento ci mostra che la pulizia di qualcosa si fa gettando dell'acqua, spruzzando con l'acqua, grattando, strofinando per terra, oppure camminando semplicemente sulla terra pulita, allora diciamo che questo è il modo corretto dal punto di vista religioso riguardo la pulizia di questa cosa.

Sono arrivati argomenti esatti che ci dicono che la pulizia dei sandali, quando vanno in contatto con sporcizie/impurità, la pulizia si fa strofinandoli per terra. Inoltre è stato riportato che, se il vestito della donna è molto lungo e va in contatto con impurità, mentre cammina il suolo pulito lo pulisce.


III. Il Modo in cui si fa la Pulizia

1. La Pulizia dal Bisogno Grande

La pulizia dal bisogno grande si fa con l'acqua, (se l'acqua manca) con la pietra oppure cose simili.

Per quanto riguarda il detto di Allah il Maestoso:
"...Lo frequentano uomini che amano purificarsi, e Dio ama i puri." (At Tawba 9: 108)

Questo versetto racconta degli abitanti del Quba, perché loro si pulivano dopo il bisogno con l'acqua.
Argomento che dimostra che questo versetto è sceso per gli abitanti di Quba, è l'hadith trasmesso da Abu Hurayra - radiAllahu anhu - in cui il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto:
"L'aya (il versetto) del Corano: '...Lo frequentano uomini che amano purificarsi...' è sceso per gli abitanti di Quba. Loro si pulivano dopo il bisogno con l'acqua, quindi questo versetto è sceso per loro."
"Trasmesso da Abu Dawud, At Tirmidhi ed altri. Vedi il libro 'Sahih Sunan Abi Dawud' (34). Lo ha autenticato shaykh al-Albani in 'Al Irwa' (45)"

Da Anas Ibn Malik - radiAllahu anhu - viene trasmesso:
"Quando il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - andava a fare i bisogni personali, io e un'altro ragazzo portavamo un recipiente con dell'acqua e lui si puliva con esso."
(Riportato da Bukhari nr.150)

Per quanto riguarda la pulizia mediante le pietre, l'argomento che riguardano questo sono molti.

Il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto:
"Che nessuno di voi si pulisca dal bisogno grande con meno di tre pietre."
(Riportato da Muslim nr.262)

Da 'Aisha - radiAllahu anha - viene trasmesso che il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam -ha detto:
"Quando qualcuno di voi va a fare il bisogno, che si pulisca usando tre pietre, questo a lui basterebbe."
(Riportato da Ahmad, Abu Dawud, An Nasai ed altri. Lo ha autenticato shaykh al-Albani in 'Al Irwa' (44))

E' permissibile pulirsi con altre cose oltre l'acqua e le pietre come le foglie, la carta igienica ecc, questo basandoci in alcuni argomenti.

Da Abu Hurayra - radiAllahu anhu - viene trasmesso:
"Un giorno, stavo camminando dietro al Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - mentre lui stava andando a fare i bisogni personali. Quando mi ha visto avvicinarmi, mi disse:
'Vai a trovarmi qualche pietra per pulirmi, e vedi che non siano ossa (scheletri) oppure escrementi (seccati) di animali.' "
(Riportato da Bukhari nr. 155)

Siccome il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha proibito a lui di portare le ossa oppure escrementi di animali, questo dimostra che lui poteva portare qualche altra cosa valida per pulirsi. Se non fosse cosi, non sarebbe stato necessario dirgli: '...e vedi che non siano ossa (scheletri) oppure escrementi (seccati) di animali.', ma gli sarebbe bastato dire: 'Vai a trovarmi qualche pietra per pulirmi.', e poteva aggiungere 'e non portarmi nient'altro tranne questi.'

Inoltre, possiamo dire che le proibizioni sono limitate e, il viceversa, le cose permissibili sono illimitate, cosicché, siccome il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha proibito l'uso delle ossa e degli escrementi degli animali, questo indica che molte altre cose tranne queste due che abbiamo appena menzionato, sono permissibili.

Per quanto riguarda la proibizione dell'uso delle ossa (scheletri) e degli escrementi degli animali per pulirsi, il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ci ha detto perché è proibito pulirsi con queste.

Lui - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto:
"Non pulitevi con le ossa e nemmeno con gli escrementi degli animali, poiché esse sono il cibo dei vostri fratelli trai ginn (demoni)."
(Riportato da At Tirmidhi ed altri. Anche Muslim lo riporta con un testo simile. Vedi 'Al Irwa' nr. 46)

Ibn Taymiya - rahimahullah - ha detto:
"Quando il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha ordinato di portargli delle pietre, questo non significa che la pietra sia l'unica cosa con cui pulirsi dal bisogno. Lui ha menzionato le pietre poiché in quel posto, le pietre erano più facili da trovare e non per mostrare che la pulizia con altre cose tranne le pietre sia proibito. L'affermazione della maggioranza degli studiosi che dicono che sia permissibile pulirsi con qualcos'altro oltre alle pietre, è un'affermazione corretta..."
(Al Fatawa (vol XXI, pag 205))

Parole simili a queste ha detto anche Al Hafidh (Ibn Hajar) - rahimahullah - in 'Al Fat'h' (vol I, pag 256).

Ash Shaukani - rahimahullah - ha detto:
"Se non riesci a trovare delle pietre per pulirsi, allora è permissibile usare qualcos'altro. E' importante che non sia una delle cose per le quali è venuto il divieto, cosi come le ossa o gli escrementi degli animali..."
('Ad Darari al Mudiya' (vol. I, pag 40-41))

Bisogna dire che, se il bisogno grande viene calpestato con le scarpe, il suolo fa da pulizia per esse.

Il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto:
"Se qualcuno di voi calpesta con i suo sandali la sporcizia (escrementi umani), il suolo le pulisce."
(Riportato da Abu Dawud. Vedi 'Sahih Sunan Abi Dawud' (371), 'Al Mishkat' (503))

Lui - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto:
"Quando qualcuno di voi viene in moschea, si giri i sandali e veda, se nota della impurità, le strofini sulla terra e preghi con esse."
(Riportato da Abu Dawud ed altri. Vedi 'Sahih Sunan Abi Dawud' (605), 'Al Irwa' (284))


2. La Pulizia dal Sangue delle Mestruazioni

La pulizia dal sangue delle mestruazioni si fa allontanando prima l'impurità visibile, e poi si lava tutto il vestito. E' preferibile (ma non obbligatorio) usare delle soluzioni aromatiche sia per la pulizia del vestito che per la pulizia della donna, come il sapone, lo shampoo, oppure soluzioni specifiche per le parti intime, poiché l'odore del sangue delle mestruazioni non è piacevole.

Inoltre, ricordiamo che, se dopo il lavaggio ci sono tracce del sangue, il vestito viene considerato pulito, perché il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto ad una donna:
"E' sufficiente il lavaggio del sangue e non fa niente se rimangono tracce."


3. La Pulizia del Recipiente che è stato Leccato dal Cane

La pulizia si fa lavandola sette volte, la prima volta col suolo.
Il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto:
"La pulizia del vostro recipiente, quando viene leccata dal cane, si fa lavandola sette volte, la prima volta col suolo."
(Muslim 279, e Abu Dawud 71, ed altri)


4. La Pulizia dall'Urina

La pulizia dall'urina si fa lavando i pani (dove cade l'urina).
E' un eccezione l'urina del maschio, che non ha iniziato a mangiare il cibo. Il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto:
"L'urina del bambino si spruzza con l'acqua, mentre l'urina della bambina si lava."
(Riportato da Ahmad, Abu Dawud, At-Tirmidhi, ecc. Questo hadith è sahih. E' stato autenticato da Shaykh Al-Albani in 'Al-Irwa' nr.166)

La pulizia del suolo dove si trova l'urina, si fa versando un secchio d'acqua su di esso.


5. La Pulizia del Vestito Contatta Continuamente la Terra

La terra la pulisce. "Lo pulisce ciò che viene dopo di essa."


6. La Pulizia del Wadiy*

La pulizia del wadiy si con il lavaggio.

*E' il liquido bianco, che esce dal maschio subito dopo l'urina ed è impuro. Non diventa obbligatorio fare il ghusl (l'abluzione maggiore) quando esce, ma si deve fare il wudu (l'abluzione minore).

7. La Pulizia del Madhiy*

Si lava l'organo e la parte attorno, mentre al vestito si spruzza dell'acqua e viene spremuto.

Da Sahl ibn Hunayf - radiAllahu anhu - viene trasmesso:
"Io soffrivo molto dal Madhiy e facevo spesso il ghusl (abluzione maggiore). Un giorno, ho menzionato questa cosa al Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - e lui disse: 'Basta prendere il wudu' Dissi: 'O Messaggero di Allah, e quando cade sui vestiti?' Disse: 'Basta prendere un pugno (palmo) d'acqua e spruzzare la parte dov'è caduto sul tuo vestito.' "
(Riportato da Abu Dawud, vedi 'Sahih Sunan Abi Dawud' (195), 'Sahih Ibn Majah' (409) e 'Sahih At Tirmidhi' (100))

*E' un liquido bianco, sottile, che si attacca (si incolla un pò), esce durante l'eccitazione, ma non esce in modo potente. Non diventa obbligatorio fare il ghusl quando esce, ma si deve fare il wudu (l'abluzione minore).


8. La Pulizia della Pelle

Si fa conciare.

Il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto:
"Quando la pelle si concia, allora essa è pulita."
(Muslim 366)

Lui - sallAllahu 'alayhi wa sallam - ha detto:
"Quella pelle che viene conciata, è pulita"
('Sahih Sunana An Nasai' (3955). Vedi anche il libro 'Gayatu al maram' (28))


9. Se il Topo o qualcosa simile a lui cade sul Barattolo di Burro, di Miele, oppure sul Lardo

Se il burro oppure il miele sono congelati, si toglie solo la parte dov'è caduto il topo mentre l'altra parte rimane pulita.
Se invece sono nello stato liquido, si butta tutto.


10. Se l'Acqua è in Grande Quantità e in esso cade della sporcizia/impurità

Se l'acqua non ha perso le sue proprietà , ma ha preservato lo stato naturale, allora viene considerato pulito. Se l'impurità è visibile ad'occhio ed è possibile rimuoverla, allora viene rimossa.

Il grande studioso Ibn Taymiya - rahimahullah - è stato chiesto per quanto riguarda l'acqua che è in grande quantità e in esso cade e muore qualche cane, maiale, mucca o cose simili, poi col passare del tempo finché questi 'scompaiono' e vengono sciolti nell'acqua. Quest'acqua, è valida per pulirsi?

Ibn Taymiya - rahimahullah - ha risposto:
"Lode ad Allah!*
Se in una sorgente grande d'acqua cade qualcosa di quelle che avete menzionato, oppure qualcosa simile ad esse; se l'acqua non ha perso le sue proprietà, ma ha mantenuto il suo stato naturale, allora viene considerato pulita. Se la sporcizia è visibile ad'occhio ed è possibile rimuoverla, allora si deve rimuovere, mentre l'acqua che rimane è pulita...
Però, se l'impurità/la sporcizia ha cambiato le proprietà dell'acqua, dobbiamo togliere la quantità d'acqua che è possibile togliere, ed aspettare finché l'acqua nuova lo sostituisca e le sue qualità migliorino... (Poi ha menzionato l'hadith del pozzo di Buda'a che si trova a Madina.)"
('Al Fatawa' (vol XXI, pag 38-39))

*Ibn Taymiya - rahimahullah - aveva l'abitudine di iniziare il suo discorso lodando Allah, prendendo l'esempio del Profeta - sallAllahu 'alayhi wa sallam - il quale iniziava il suo discorso lodando Allah il Maestoso.


11. Se l'Impurità/Sporcizia si perde nell'acqua e non cambia il suo colore, odore o sapore, allora l'acqua viene considerata pulita/pura

Ibn Taymiya - rahimahullah - ha detto:
"Quando l'impurità si perde senza lasciare tracce nell'acqua, allora viene considerato pulita, senza considerare la sua quantità, questa cosa vale per tutti i liquidi. Questo, poiché Allah il Maestoso ha permesso le bontà (il bene) ed ha proibito le malvagità (il male), e non c'è dubbio che le malvagità hanno delle proprietà che si distinguono dalle bontà, e di conseguenza diciamo: Se la qualità dell'acqua oppure di qualche altra cosa viene dominata dal bene, l'acqua viene considerata buona (pulita), ed il viceversa."
('Al Fatawa' (vol XXI, pag 32-33))

Altrettanto, ciò che rafforza di più il nostro pensiero è l'affidamento al hadith del pozzo di "Al buda'a", che viene trasmesso da Abu Said al Hudriy - radiAllahu anhu.

Però, se l'impurità/sporcizia cambia le proprietà dell'acqua, allora viene considerato sporco e non è permissibile usarlo, diverso dal caso precedente dove l'acqua non viene influenzata dall'impurità. Per chiarire meglio questa questione, diciamo che:
Se nell'acqua cade un po’ di vino oppure alcool ed esso si perde senza lasciare tracce in essa, poi qualcuno beve da quell'acqua, non viene considerato che egli abbia bevuto alcool e non viene applicata la punizione del bevitore dell'alcool su di lui, questo perché l'alcool non ha lasciato colore, odore oppure sapore nell'acqua.

La stessa cosa diciamo se nell'acqua sia caduta un po’ di latte dal seno di una donna e in quell'acqua beve un bambino, esso non viene considerato il suo bambino dal seno.

E' importante menzionare anche il fatto che noi siamo stati ordinati di pulirci con l'acqua, poiché Allah il Maestoso dice:
"E se non trovate l'acqua..."

In questo versetto viene inteso l'acqua nel suo stato naturale, al quale non sia cambiato il colore, il sapore o l'odore.

Anche Ash Shaukani è dello stesso pensiero nel libro "As Saylu al Jarrarr"


12. Si potrebbe sostituire l'acqua per l'allontanamento delle impurità/sporcizie?

L'acqua è insostituibile per l'allontanamento delle impurità, tranne quei casi dov'è venuto un argomento specifico che permette il contrario, com'è per esempio il caso del vestito lungo che lo pulisce il cammino sulla terra pulita, oppure la pulizia dei sandali strofinandoli per terra ecc.

Ash Shaukani - rahimahullah - ha detto:
"Come principio diciamo che l'acqua è la base per la pulizia delle impurità/sporcizie, poiché nel Corano e nella Sunnah siamo stati ordinati in modo generale che la pulizia si faccia con l'acqua, però il detto che l'acqua sia assolutamente insostituibile per la pulizia delle impurità/sporcizie cade dagli hadith che mostrano che i sandali si puliscono strofinandoli per terra, il maniy si pulisce grattando con le unghie, il vestito lungo viene pulito dal cammino sul suolo pulito ecc. E' più corretto dire che ogni impurità si deve pulire con quella cosa che ci viene mostrata dall'argomento che lo riguarda..."



- L'Educazione quando si va in Bagno


Distanziarsi dalle persone e nascondersi dai loro sguardi

Da Mugira ibn Shuaba - radiAllahu anhu - veine trasmesso:
"Quando il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - andava a fare i bisogni personali, si allontanava dalla gente."
(Riportato da Abu Dawud, An Nasai, At tirmidhi ecc. Lo ha autenticato shaykh al Albani in 'As Sahiha' nr.1159)

Da Jabir - radiAllahu anhu - viene trasmesso:
"Quando il Messaggero di Allah - sallAllahu 'alayhi wa sallam - andava a fare i bisogni personali, si allontanava finché nessuno lo vedeva."
(Riportato da Abu Dawud, vedi 'Sahih Sunan Abi Dawud' nr.2; ed altri. Vedi 'As Sahiha' nr.1159)


_________________
FORUM-ISLAMICO
Tornare in alto Andare in basso
http://islaminitalia.forum-2007.com
 
Enciclopedia Semplificata del Fiqh (Giurisprudenza Islamica) (Quarta Parte) Shaykh Husayn bin Awdah al-Awayshah
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» STORIA: GLI EGIZI - Classe IV
» programmazione semplificata o per obiettivi minimi?
» GESTIONE SEMPLIFICATA RAEE: autoradio
» SISTRI: si parte? Facciamo ordine...
» Addio Erasmus?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum-Islamico :: SPAZIO DI CONOSCENZA E ISTRUZIONE :: ISLAM-
Andare verso: